fbpx

Milazzo Calcio: potrebbero esserci degli acquirenti. Intanto Macalli dichiara: “Falsato campionato”

Nel consiglio comunale di ieri sera non sono emerse fondamentali novità riguardanti il Milazzo Calcio. Eppure qualche aspetto sembra farsi più chiaro. Come dichiarato dall’assessore allo sport Pippo Midili, ci sono “quattro o cinque soggetti che si sono dichiarati interessati, nel tempo, all’acquisizione del Milazzo. Ci sono gli acquirenti, mancano i venditori. E’ la prima volta che succede nella storia del calcio. Lo stesso Amministratore Delegato della squadra, Tortorella, avrebbe detto a Midili in persona di voler cedere la società. Inoltre viene svelato un episodio riguardante il presidente Peditto: sembra infatti che quest’ultimo avesse promesso all’assessore che, se entro il 22 settembre non fossero arrivati gli stipendi ai giocatori, si sarebbe dimesso. Sappiamo tutti com’è andata a finire“, ha affermato ironico Midili, che poi parla anche di “danno d’immagine” per la città: “Ho dato incarico a un mio legale di fiducia per vedere se ci sono i presupposti per una causa per danneggiamento dell’immagine cittadina. Addirittura in queste ore ho scoperto che la società ha pagato la manutenzione del campo di allenamento con un bonifico di mille euro da un conto corrente inesistente.

L’assessore è stato inoltre molto critico nei confronti della Lega: “La Lega Pro è parte di questa situazione. I 42 contratti dovevano far scattare un campanello d’allarme. Inoltre né la fidejussione né il conto intestato sono dei nuovi proprietari il che mi porta a pensare male. A fine mese la Covisoc sarà a Milazzo per capire cosa ci sia sotto. Noi come Comune possiamo intervenire solo se viene dichiarato lo stato di insolvenza della società. Siamo disposti a portare il Milazzo anche verso una retrocessione pilotata, amara ma necessaria per salvare il titolo.” 

Queste ultime parole hanno scatenato di Mario Macalli, presidente della LegaPro. Macalli, in esclusiva a TuttoLegaPro.com, ha tuonato: “I problemi del Milazzo non li conosco perché i controlli non li faccio io. Io organizzo i campionati. La fidejussione in mano ce l’ho, come Lega sono a posto. L’assessore cerchi di far bene l’assessore a casa sua che a casa nostra ci pensiamo noi. Faccia attenzione a come parla, perché lo porto in tribunale. Stia zitto che è meglio”. Dure le parole di Macalli anche per quanto riguarda la piega che ha preso la situazione: “Penso che il Milazzo sia una squadra con grandi problemi che non risolverà. Credo finirà di giocare presto. Ha già falsato un campionato facendo giocare la squadra “Berretti”.