Categoria: MESSINANEWSSICILIA

Milazzo: Arrestate due persone nell’ambito di operazioni di controllo e antidroga.Le foto

di Carmelo Amato – Il Comando dei Carabinieri di Milazzo, con la collaborazione del Nucleo Carabinieri cinofili di Nicolosi, ha tratto in arresto due spacciatori residenti nei comuni di Torregrotta e Roccavaldina. In manette sono finiti, in due diversi filoni d’indagine, Carmelo Cannone, 42 anni, già noto alle forze dell’ordine e Lucca Salvatore, 33 anni, operaio incensurato. Le accuse per entrambe sono di spaccio e detenzioni di sostanze stupefacenti del tipo hashish e cocaina. Curioso l’arresto del Cannone. I Militari dell’Arma, infatti, stavano notificando un’ordinanza di custodia cautelare in regime di arresti domiciliari per una precedente attività d’indagine svolta sempre sul suo conto, ma ieri, quando i militari dell’Arma si sono recati presso la propria abitazione, grazie anche al contributo dell’unità cinofila dell’Arma, hanno rinvenuto ben 210 grammi di sostanza stupefacente del tipo “cocaina”, già suddivisa in dosi, nonché altro materiale utile al confezionamento della droga. L’arresto è avvenuto in flagranza di reato. I Carabinieri hanno stimato in 50mila euro il valore della droga rinvenuta. Cannone, sempre secondo quanto riferito dalle autorità, spacciava nelle zone di Torregrotta, Spadafora, Venetico e Milazzo. Sempre nella medesima giornata di ieri, nel corso di una perquisizioni domiciliari, i Carabinieri hanno bussato alla porta dell’abitazione dove dimora Lucca, il 33enne sopra citato, lo stesso, sin dalle prime battute ha mostrato un evidente stato di disagio, tanto da insospettire i Carabinieri che hanno richiesto l’intervento dell’unità cinofila dell’Arma. Circa 30 i grammi di “hashish” rinvenuti, unitamente ad altro materiale utile al confezionamento della droga. Entrambi gli arrestati si trovano ristretti presso la Casa Circondariale di Messina Gazzi.