fbpx

Fini a 360°: “Napolitano è ineccepibile, Renzi e Alfano hanno poche idee. I grillini sono ottimi deputati potenziali”

Ci saranno tantissimi ottimi deputati potenziali, non li demonizzo“, ma “considero sterile la proposta” di Grillo. Lo ha detto il presidente della Camera Gianfranco Fini commentando la possibilità che dopo le prossime elezioni politiche arrivino in Parlamento i candidati del Movimento 5 stelle. ”Non avrei nulla in contrario” a varare una legge che istituisca le primarie nel sistema dei partiti, aggiunge Fini, intervenuto ad ”Agora”’, in onda su RaiTre. Ovviamente, pero’, aggiunge, ”con delle regole che dovrebbero essere ben definite, univoche e piu’ o meno universalmente accettate”. Un meccanismo, conclude, che potrebbe rientrare ”nell’ambito degli interventi per garantire trasparenza nella vita dei partiti”.

Renzi mi e’ simpatico ma l’unico suo messaggio e’ quello di rottamare: mi sembra un po’ poco per chi vuole guidare un grande partito come il Pd e l’Italia”. Cosi’ il presidente della Camera, Gianfranco Fini su Agora’. ”Poi – continua – siccome anche io sono tra questi aggiungo che sono orgoglioso che gli italiani mi abbiano dato la fiducia per 29 anni. Questa polemica non ci sarebbe se avessimo una legge che affida agli elettori la possibilita’ di scegliere i candidati, poco importa se con i collegi o con le preferenze” aggiunge Fini.

Alfano mi e’ anche simpatico, e’ un signore che dice di essere segretario del partito. Non sa piu’ a che santo votarsi e attacca me” ha detto ancora Fini, intervenendo a ‘Agora” e parlando tra l’altro del futuro del centrodestra. “E‘ una scorciatoia dire ‘ci mettiamo insieme contro le sinistre’. Ci si mette insieme per, non contro“, ha spiegato il presidente della Camera. Per Fini, che ha ribadito il suo impegno con Pier Ferdinando Casini per la lista che si rivolgera’ “a chi vuol scegliere ne’ Bersani ne’ Berlusconi“, ha aggiunto: “Non siamo piu’ nell’Italia del ’48. Basta con questo derby permanente Roma-Lazio o Milan-Inter“. Nel merito, parlando di un centrodestra unito, Fini ha posto la questione Lega: “Prima di ripensare ad una alleanza strategica con la Lega vogliamo pensarci un attimo? Alcune delle battaglie da me sostenute mi collocano all’opposto. Sono convinto che Alfano non la pensa cosi’. In Lombardia quelli del Pdl stanno dicendo: facciamo tutto quanto in nostro potere perche’ ci sia la Lega“. Infine, Fini ha detto anche “si‘” alle primarie ma, ha sottolineato, “concentriamoci sulle ricette per l’Italia, per un paziente che e’ ammalato“.

Io non voglio apparire reticente ma ho un preciso dovere di carattere istituzionale e mi limito a dire che il comportamento del Capo dello Stato e’ ineccepibile. Tutto il resto sono polemiche su cui non mi pronuncio”. Cosi’ il presidente della Camera Gianfranco Fini commenta su Agora’, Rai 3, la vicenda che vede coinvolto il presidente della Repubblica nelle intercettazioni nell’ambito delle indagine sulla presunta trattativa tra lo Stato e la mafia. ”Il rispetto per il Capo dello Stato e’ assoluto, le polemiche sono altro” ripete Fini.