Categoria: 1° PIANOEDITORIALINEWS

Dire “Signora” può essere un’offesa!

Di Kirieleyson – Ieri Repubblica ha  pubblicato il video di un incontro istituzionale nel corso del quale il prefetto di Napoli,  ha duramente ripreso il parroco  di Caivano (NA) Maurizio Patriciello, perché questi avrebbe offeso il prefetto di Caserta.

La parola “indecente”  che ha suscitato  il disappunto istituzionale  (che, per il tono,  è apparsa più verosimilmente una reazione spropositata e incontrollata) del prefetto De Martino non è stata una bestemmia e nemmeno una parolaccia, ma semplicemente la parola “signora”.

Infatti il prete anticamorra ha osato rivolgersi al prefetto di Caserta chiamandola Signora ( e non Sig. Prefetto).

Il prefetto di Napoli ha immediatamente  redarguito   il povero prete che, imbarazzato  (e probabilmente   sconcertato),  si è subito scusato, dichiarandosi non esperto di  protocollo e incontri  istituzionali. Infatti il prete è  impegnato com’è tutti i giorni a contrastare la camorra .

Il prefetto, per tutta risposta, gli ha fatto presente che non solo ha offeso la sua collega, ma anche se stesso e tutti sindaci presenti.

Il Video:

Ogni commento è superfluo.

Il  filmato sta facendo il giro del web, suscitando lo sconcerto di tantissima gente.

E’  stato creato anche un gruppo su Facebook che ha ottenuto nel primo giorno già  oltre 3000 adesioni e che  chiede adesso che sia il prefetto  a chiedere scusa al parroco!