fbpx

Chiusura del carcere di Laureana, interviene Scopelliti: “riapra in tempi brevi, ci impegneremo”

Il Presidente Giuseppe Scopelliti – informa una nota dell’ufficio stampa della Giunta regionale – in riferimento alla  chiusura dell’istituto detentivo di Laureana di Borrello evidenzia che “seppur temporanea, secondo quanto fa sapere il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, la chiusura della struttura carceraria attenuata “Luigi Daga” di Laureana di Borrello non può che destare allarmismo per il rischio che si disperda un’esperienza dall’altissimo valore umano e sociale, unica nel suo genere in tutta Italia. Pur comprendendo la situazione di emergenza che attraversa il sistema penitenziario nazionale – prosegue Scopelliti – non possiamo consentire che il territorio sia privato di quello che si è proposto su scala nazionale come incubatore di un modello detentivo positivo, tanto da ricevere l’encomio dei Guardasigilli Castelli ed Alfano. A Laureana di Borrello è stata scritta una pagina di buona amministrazione penitenziaria che non merita di essere interrotta, semmai incentivata a proseguire e ad ampliare la propria portata. In un contesto sociale come il nostro, lo Stato deve, con sempre maggiore fermezza, far sentire la propria presenza non solo in termini repressivi ma anche perché capace di stimolare e promuovere un concreto percorso di recupero e riabilitazione tra coloro che hanno sbagliato. Manterremo alta l’attenzione sulla vicenda – conclude il Presidente della Regione – e ci attiveremo presso le autorità preposte affinché i tempi di chiusura della casa di reclusione ”Luigi Daga” siano brevi perché crediamo in quello che rappresenta un patrimonio per l’intera Calabria per la capacità dimostrata di restituire umanità e speranza ai detenuti e alle loro famiglie”.