fbpx

Basket: per Barcellona arriva la prima sconfitta, Forlì passa 92-94

Terza giornata del campionato di Basket Legadue e prima sconfitta per la Sigma Barcellona, che cede sul neutro di Cefalù 92-94 a un’ottima Le Gamberi Foods Forlì. I siciliani subiscono tanto, soprattutto nel primo tempo, e non riesce il tentativo di rimonta in extremis. Di positivo c’è che dalla prossima gara casalinga si tornerà finalmente al PalAlberti, che ha scontato le due giornate di squalifica. Ma prima ci sarà la trasferta di sabato sera a Verona.

Primo quarto non granché per i padroni di casa, che soffrono terribilmente i vari Soloperto, Roderick, Musso e Todic. Provano a contenere i soliti Callahan e Bell, ma senza grandi risultati, riuscendo solo a contenere il divario (18-26). Meglio il secondo quarto: una tripla di Giuri regala il 28 pari. Poi però si scatenano Tessitori (7 punti in poco più di un minuto), Musso e Spencer. Solo una tripla di Callahan poco prima della sirena riequilibra il divario, riportandolo a 8 punti (42-50).
Coach Perdichizzi riesce a far scuotere i suoi, perché Barcellona sembra rientrare con un altro spirito sul parquet. Oltre ai soliti due Callahan e Bell, entrano nella fase offensiva anche Green e Sanders. Soloperto è però scatenato e segna 10 dei suoi 22 punti finali solo in questa frazione, che comunque fa registrare una parziale rimonta della Sigma: 67-71. L’ultima e decisiva frazione però inizia proprio male per i giallorossi. Break di 9 punti di Forlì, che si porta sul pesante 71-84. Barcellona lotta con le unghie e con i denti e l’aggancio è lì a un passo. Una tripla di Giuri e due liberi di Bell assottigliano la distanza a un solo punto, ma non basta, ed arriva la prima sconfitta.

Ottime le prestazioni della coppia d’oro di Barcellona, Callahan e Bell, che mettono a referto 27 punti a testa. Bene anche Green, 16 punti. Ma Forlì va in doppia cifra con addirittura sei uomini. Migliore per i romagnoli è Soloperto, con 22 punti. Bo Spencer ne segna 18, mentre 17 sono quelli di Musso. Le statistiche sono indicative, e mostrano un preoccupante 46% da dentro l’area per Barcellona, contro il 75% di Forlì. Un po’ più di concretezza all’interno dell’arco, e la partita si sarebbe potuta portare a casa.