fbpx

17enne uccisa a Palermo: assassino ha avuto complici?

La procura di Palermo sta indagando su uno o più eventuali complici che venerdì scorso avrebbero coperto la fuga di Samuele Caruso, il giovane assassino reo confesso di Carmela Petrucci, la studentessa liceale di Palermo uccisa a coltellate. Il giovane, dopo avere ucciso Carmela sgozzandola e ferito gravemente la sorella, Lucia Petrucci di 18 anni, si è cambiato la maglietta intrisa di sangue e poi ha preso il treno per Bagheria. Non solo. Secondo quanto raccontato dallo stesso assassino, rimasto ferito nella colluttazione, una signora incontrata per strada gli avrebbe fornito la benda per fasciare la mano. Dichiarazioni ritenute dalla procura, che coordina l’inchiesta, poco credibili. Il giovane potrebbe essere stato aiutato da qualcuno.