Patti: lido totalmente “in nero”, dai lavoratori alla cassa, denunciati i proprietari

Nel corso di alcuni controlli, la Guardia di Finanza di Patti ha scoperto un lido che lavorava quasi completamente in “nero”. Ben tredici tra dipendenti, animatori, bagnini e chef lavoravano senza autorizzazioni. Praticamente tutto il personale della struttura balneare. E non solo i due proprietari, ovviamente denunciati, pagavano i dipendenti sotto banco, ma tutte le entrate del lido erano occultate, dato che non esisteva neanche un registratore di cassa. Adesso i due rischiano grosso. Quasi certamente la struttura verrà chiusa, dato che il numero di dipendenti in “nero” supera abbondantemente il 20%, limite imposto dalla legge, oltre il quale non basta una sanzione pecuniaria per cavarsela. Multa che però non sarà evitata e che potrebbe arrivare anche a 50mila euro.