Concessi i domiciliari a Domenico Crea, l’ex consigliere regionale arrestato per concorso esterno in associazione mafiosa

La Corte d’Appello di Reggio Calabria ha concesso gli arresti domiciliari a Domenico Crea, l’ex consigliere regionale condannato in primo grado nel dicembre 2010 a 11 anni e 3 mesi di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa nell’ambito del processo “Onorata Sanita'”. I giudice della Corte d’Appello hanno accolto la richiesta dei difensori di fiducia di Crea, gli avvocati Antonio Manago’, Aldo Labate e Marco Panella, i quali fin dal giorno successivo all’arresto avevano prospettato l’incompatibilita’ del regime carcerario con la patologia renale per la quale l’ex consigliere regionale necessita di cure specifiche. Nei mesi scorsi Crea era stato trasferito al carcere di Bari, dotato di una adeguata struttura sanitaria, ma era stato posto in lista d’attesa senza poter accedere alle cure. Il processo di secondo grado a carico di Crea proseguira’ il 20 settembre prossimo, con l’escussione di alcuni investigatori.


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...