Città Metropolitane, Arena: “sarà l’inizio di una nuova era della governance locale”

Il Sindaco di Reggio Calabria, Demetrio Arena e il consigliere comunale delegato alla “Citta Metropolitana”, Massimo Ripepi, hanno partecipato oggi alla riunione dei Sindaci delle future dieci Città Metropolitana, convocata a Venezia dal Primo Cittadino lagunare, Giorgio Orsoni. Durante l’incontro i rappresentanti dei comuni metropolitani hanno espresso grande apprezzamento per l’accelerazione improntata dal Governo con l’ultimo decreto, auspicando che “questa riforma, attesa da venti anni, possa essere definitivamente conclusa entro la fine della legislatura per non perdere ulteriore tempo prezioso”.

Durante i lavori il sindaco di Reggio Calabria, Demetrio Arena, ha evidenziato come “sia assurdo che le riforme, in questo Paese, si debbano fare soltanto nell’emergenza e spinti dall’esigenza di recuperare risorse. In un Paese normale, un percorso così importante sarebbe stato portato avanti in maniera più razionale. Ciò comunque non deve far perdere di vista l’importanza che l’Istituzione delle città Metropolitane ha per il nostro Paese, né le difficoltà congiunturali possono sminuire la portata epocale che porterà nelle strutture Istituzionali, la costituzione delle città Metropolitane, una nuova era di Governance locale, che può contribuire ad un insieme di servizi differenti forniti al territorio, attraverso l’avvio di una rivisitazione dei sistemi infrastrutturali ed economici. In tal senso – ha concluso Arena – determinante sarà l’apporto che l’Anci potrà dare”.

Per il consigliere comunale delegato Massimo Ripepibisogna plaudire all’accelerazione del Governo su questa direzione. Oggi i Sindaci della futura città metropolitana diventano protagonisti, tutti con pari dignità, di un processo epocale che cambierà la governante degli Enti Locali, modernizzandola ed efficientandola.  Ma soprattutto – ha chiosato Ripepipotranno avere finalmente la possibilità di utilizzare i fondi europei destinati alle città metropolitane, per anni inutilizzati e dunque rimasti risorse inespresse nel territorio”.

 A conclusione delle riunione è stato approvato un documento molto articolato dell’Onorevole Valdo Spini che, tra l’altro, evidenzia la “necessità di coinvolgere i cittadini sottolineando che le città metropolitane dovranno assicurare, senza costi aggiuntivi, più efficienza e più democrazia. Più efficienza, evitando la frammentazione delle decisioni e degli organismi, e più democrazia, riconoscendo la possibilità ai cittadini delle città metropolitane di incidere su tutte quelle scelte che di fatto già oggi si assumono al livello intercomunale e che è opportuno riportare ad un quadro più partecipato”.


Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE