Vertenza Servirail, stamane il comitato ha incontrato i parlamentari e i sindacati

Stamane al Palazzo della Provincia all’ incontro con il Presidente Ricevuto, con il Sindaco Buzzanca, l’ assessore Tranchida con i parlamentari messinesi e tutti i sindacati c’ era anche una delegazione del  Comitato Servirail.
Tale incontro è servito solo a raccogliere le opinioni di parlamentari e sindacati riguardo la vertenza Servirail, dopo  aver raggiunto una linea comune i parlamentari hanno comunicato che tenteranno di far sedere ad un tavolo la Triade politica nazionale ovvero i segretari nazionali di PDL, PD e UDC per vedere di individuare, qualora ci sia, una soluzione per i lavoratori Servirail di Messina.
Si è discusso della vertenza piuttosto in linea generale,  tutti  i sindacati  hanno ribadito  a  gran voce che la proposta  di FS ( cioè quella di assumerne una parte nella Angel Service e una parte in ditte di pulizia) E’ INACCETTABILE  in quanto  queste  ditte  COMPRESA  LA  ANGEL  SERVICE  sono assolutamente prive di stabilità e  non potranno  mai  dare futuro a questi  lavoratori.
Il  sindaco Buzzanca ha sottolineato la Responsabilità SOLIDALE che c’è fra Trenitalia (committente ) e Servirail (appaltatore), ritenendo che  Trenitalia sia responsabile di tutto questo e dovrà assumersi  le responsabilità.
L’ assessore Tranchida  ha  riaperto  un  paragrafo  che era stato accennato in precedenza dall’ assessore Piercarmelo  Russo riguardo la ricollocazione dei  lavoratori sui  treni  regionali ,  sempre collocandoli  alle dirette dipendenze di  Trenitalia.
Si  è  ridiscusso anche di quei  53 milioni di euro  che, come fa notare l’ on. Ardizzone, presente con i lavoratori del Comitato al tavolo con l’ assessore Piercarmelo Russo  e  presente anche oggi  alla Provincia, potevano essere  destinati  a  FS   COME  MATERIALE  ROTABILE FERROVIARIO,  a condizione che i lavoratori Servirail di Messina venissero assunti alle dirette dipendenze di Trenitalia.
In ultima l’ intervento  dei  lavoratori del Comitato  che  hanno  fatto  presente  oltre  al  precedente del 2005 quando Trenitalia fu disponibile ad assumere alle proprie dipendenze i dipendenti dei treni notte,  il  precedente di Milano di questa stessa vertenza, infatti  a Milano  una parte di lavoratori sono stati assunti direttamente da Trenitalia, hanno ricordato anche la loro  professionalità raggiunta negli anni,
hanno fatto anche presente che proprio in questi giorni si vedono sui treni regionali siciliani nuovi assunti affiancati da Tutor, i quali gli insegnano il lavoro,
 i lavoratori  del  Comitato,  che  stamane  hanno consegnato  al Presidente Ricevuto ed ai parlamentari presenti  il documento ufficiale delle  1000 (mille)  assunzioni  annunciate da Trenitalia ed  RFI  firmato dai responsabili di Trenitalia sigg.ri  Braccialarghe, Stocchi e Pozzi, CHIEDONO perché loro non possono essere inclusi in quelle 1000 assunzioni, visto che sono anche già formati per lavorare in treno.
I lavoratori del Comitato hanno anche dichiarato di essersi  informati  e  hanno comunicato che Trenitalia può  benissimo inserirli tutti alle proprie dipendenze  a  lavorare  in Sicilia  sui treni regionali, in stazione o presso le infinite posizioni del Gruppo FS-Trenitalia-Rfi.
Intanto  dopo  l’ udienza   di  giovedì  scorso sull’ assorbimento  dei  dipendenti  Servirail  in Trenitalia  si  attende  l’ esito  dei  giudici.  A  difendere  i  lavoratori  nella  suddetta  causa  il Prof. Avv.  Raffaele  Tommasini.