USA: è morto Ray Bradbury, uno dei padri della fantascienza moderna

Si è spento, a 91 anni, Ray Bradbury, uno dei padri fondatori della fantascienza contemporanea. Scrittore prolifico e di gran successo, è morto ieri nella sua casa di Los Angeles. Bradbury è ricordato soprattutto per il suo capolavoro, Fahrenheit 451 del 1953, un lucido romanzo che analizza una società dominata dal controllo, dove è vietato leggere libri ma ci si istruisce solo attraverso la televisione. Una critica feroce a quello che è il conformismo e il consumo di massa nell’Occidente contemporaneo. Altre sue opere significative sono Cronache marziane e Il gioco dei pianeti.

Accostabile a visionari quali Orwell, Dick e Gibson, del romanzo più conosciuto di Bradbury è stata tratta una versione cinematografica nel 1966, per la regia di François Truffaut. Bradbury contestò parecchio il nome dato da Micheal Moore al famoso documentario Fahrenheit 9/11, accusando il regista di essersi appropriato del nome senza autorizzazione.