Tv digitale: a Messina dal 15 giugno lo switch off

Entro il 2012 in tutta Italia, secondo il calendario nazionale, approvato con decreto ministeriale del 10 settembre 2008, le trasmissioni televisive avverranno esclusivamente in tecnologia digitale. In vista del passaggio alle trasmissioni in digitale terrestre a Messina, la RAI – Radiotelevisione Italiana, ha inviato al sindaco, on. Giuseppe Buzzanca, un promemoria per informare la cittadinanza sui vari aspetti legati al processo di transizione. Lo spegnimento degli impianti analogici, switch off, per la provincia di Messina, sarà avviato il 15 giugno e concluso il 4 luglio. Per ricevere le trasmissioni con la nuova tecnica digitale terrestre sarà necessario dotarsi di un decoder da collegare al televisore o di un televisore con decoder integrato, ma non c’è bisogno di cambiare antenna. Lo Stato eroga un contributo di 50 euro ai cittadini delle regioni interessate (Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia) di età pari o superiore ai 65 anni, con un reddito pari o inferiore a 10 mila euro, in regola con il pagamento del canone di abbonamento al servizio televisivo pubblico. Il decoder o il televisore integrato, anche se già sintonizzati per ricevere le trasmissioni digitali, andranno comunque sintonizzati di nuovo il giorno stesso dello swith off, altrimenti sarà impossibile vedere i programmi. Per informazioni sul passaggio al digitale terrestre è attivo il numero verde del Ministero dello Sviluppo Economico – Dipartimento Comunicazioni 800.022.000 ed è possibile consultare il sito web del Ministero, all’indirizzo www.decoder.comunicazioni.it, dove sono specificate anche le procedure di sintonizzazione per i decoder interattivi, non interattivi e per i televisori digitali, mentre la RAI offre informazioni agli indirizzi www.digitaleterrestre.rai.it o www.raiway.rai.it o sul Televideo nazionale (alla pagina 461) e regionale.