Termini Imerese: convocato nuovo tavolo entro il 20 giugno. Il governo “si impegna a trovare una soluzione”

In accordo con la Regione Sicilia, il ministero dello Sviluppo economico ha stabilito che “verranno immediatamente riavviate le procedure per individuare soluzioni industriali per la riconversione del sito di Termini Imerese“. E’ quanto si apprende da una nota del ministero, dopo il tavolo per l’attuazione dell’accordo di programma per la reindustrializzazione di Termini Imerese. Un nuovo tavolo verrà convocato per il 20 giugno.  Nel corso dell’incontro, il sottosegretario Claudio De Vincenti – che ha presieduto la riunione insieme al presidente della Regione Sicilia Raffaele Lombardo – ha preso atto che “l’azienda Dr Motor Spa non e’ nelle condizioni di rispettare la scadenza richiesta dal Mse per risolvere i propri problemi finanziari“.Vista la situazione, il ministero ha stabilito che verranno immediatamente riavviate le procedure per individuare soluzioni industriali per la riconversione del sito di Termini Imerese. Il Governo, sottolinea la nota, “si impegna a ricercare una soluzione, in accordo con le organizzazioni sindacali ed entro i termini necessari, per la questione relativa ai 640 lavoratori per i quali e’ prevista nell’accordo del 1 dicembre 2011 ‘la salvaguardia dei requisiti per la pensione vigenti alla data dell’accordo’“.Compito dell’esecutivo sarà quello di impegnarsi per favorire il buon esito delle procedure per la concessione del sostegno al reddito per l’anno 2013 ai lavoratori interessati. Infine, nel caso in cui la soluzione complessiva per Termini Imerese non dovesse concretizzarsi, la conseguente revisione dovra’ coinvolgere tutti i soggetti firmatari degli accordi del 1 dicembre 2011.