Sicilia, sinergie tra Regione e Università per gli studenti-apprendisti

Oggi, a Palermo, è stato sottoscritto un duplice accordo tra parti sociali, Regione, universita’ di Palermo, Catania, Messina e Enna e ufficio scolastico regionale. Tale patto prevede incentivi agli studenti-apprendisti e alle imprese che li stabilizzeranno. A dare la notizia è la Cisl, che si mostra soddisfatta dell’intesa raggiunta e che dichiara di aver “perseguito tenacemente in questi mesi” e che completa, in Sicilia, il quadro delle norme in materia di apprendistato. In particolare, l’accordo stipulato stamane, riguarda l’alta e media formazione, i giovani impegnati in corsi per il conseguimento di qualifiche e anche il caso del praticantato professionale. La prossima mossa ora tocca alla Regione, che deve emettere i bandi per dare il via alle pratiche di incentivazione ”previo confronto con le parti sociali”, sottolinea il sindacato. Che precisa che la misura dell’incentivo economico sara’ definita nel corso dei nuovi incontri. Obiettivo, afferma la Cisl, ”dare respiro all’asfittico mercato regionale del lavoro ipotecato dal 36% di giovani che non studia ne’ lavora”. Per questo ”saranno particolarmente significativi gli incentivi alle aziende che renderanno stabili i rapporti di lavoro”, ripete la Cisl.