Sicilia, Lombardo ribatte sulla mozione avanzata dal Pd

Capisco che nella patria di Pirandello non c’e’ da meravigliarsi di alcunche’, ma la storia della mozione di sfiducia del Pd contro il governo del quale hanno fatto e continuano a fare parte assessori tecnici di suo riferimento e’ veramente una farsa”. Esordisce così,  in una dichiarazione all’ANSA, il governatore della Sicilia, Raffaele Lombardo, commentando la mozione di sfiducia dell’esecutivo regionale approvata dalla direzione del Partito democratico dell’Isola. ”Cosa sfiducia il Pd – si chiede il presidente Raffaele Lombardo - la riforma della sanita’ o quella dei rifiuti o forse disapprova quella della formazione? O forse gli ispiratori della mozione sfiduciano se stessi e mettono in discussione la scelta da loro stessi piu’ che condivisa delle dimissioni a fine luglio?”. ”D’altronde qualcuno dovevano pur sfiduciare – conclude il governatore – in un primo tempo avevamo mirato a Lupo e ora tocca al mio e al loro governo. Mi accorgo che chiedere un minino di serieta’ e dignita’ in questa vicenda e’ chiedere troppo”.