Sicilia, favorire l’imprenditoria giovanile e femminile. Si può, con l’esenzione Irap

Gaetano Armao, assessore per l'Economia della Sicilia

L’Assessore regionale all’Economia, Gaetano Armao, ha firmato l’intesa con il Ministero all’Economia per l’ammissione all’esenzione Irap (Imposta Regionale sulle Attività Produttive) quinquennale per l’imprenditoria giovanile e femminile, al fine di sostenere la nascita di nuove imprese in Sicilia e attrarre investimenti. In questo senso, la Sicilia si pone in una posizione di avanguardia, relativamente allo schema di Decreto del presidente del Consiglio dei ministri. La Sicilia è infatti la prima regione del Mezzogiorno che attiva l’incentivazione, misura di vantaggio fiscale, in favore delle imprese giovanili e femminili che si costituiscono o che iniziano l’attivita’ lavorativa negli anni 2011, 2012 e 2013 aventi sede legale, amministrativa e operativa nel territorio della Regione.Nell’ambito dell’incontro con le categorie produttive sul sostegno alle imprese in Sicilia, tenutosi a Villa Malfitano, Armao ha affermato: ”Lavoriamo su un progetto che punta sulla uguaglianza di opportunita’ tra uomini, donne e giovani. Nella nostra isola, come in tutto il Mezzogiorno, secondo recenti statistiche, solo una donna su tre risulta occupata. Questo dato coincide con gli ultimi studi a cura dell’Istat a conferma del triste primato negativo della Sicilia, legato ai giovani, con quote di senza lavoro che raggiungono il tasso del 15,6%. Investimenti e incentivi – ha proseguito l’assessore - si rendono, dunque, necessari e determinanti per stimolare investimenti e sostenere con concrete opportunita’ un tessuto sociale che apportera’ nuova linfa al sistema produttivo siciliano”.