Sicilia: Ars mette on-line storica ‘Gazzetta britannica’

Dopo otto anni di ricerche in Italia e all’estero, la dott.ssa Patrizia De Salvo, ricercatrice di Storia delle Istituzioni politiche presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Messina, è riuscita a ricomporre quasi completamente la collezione della “Gazzetta Britannica”, il bisettimanale edito a Messina dal 1808 al 1814.
Si tratta del primo giornale strutturato edito in Sicilia (con uscite puntuali il mercoledì e il sabato, generalmente «un’ora prima di mezzogiorno») che veniva distribuito anche a Palermo, a Malta, in Calabria e a Napoli, oltre che in Inghilterra. E’ considerato l’”incunabolo” del giornalismo siciliano in quanto fu il primo a divulgare il dibattito politico sulla formazione delle leggi nel Parlamento siciliano e nello scacchiere euro-mediterraneo e a contribuire alla formazione di un’opinione pubblica.
Un lavoro di enorme importanza (una collezione completa oggi risulta introvabile) considerato che, secondo lo storico Giorgio Spini, la “Gazzetta Britannica, soprattutto per i contenuti delle annate 1812-1814, merita un posto nella storia della formazione della coscienza liberale italiana del Risorgimento”.
L’archivio on line della “Gazzetta Britannica”sarà presentato presso la Sala Rossa del Palazzo Reale di Palermo venerdì 22 giugno, alle ore 10,30, dal Segretario generale dell’Ars, Giovanni Tomasello, e da Patrizia De Salvo.

 http://www.ars.sicilia.it/biblioteca/gazzetta/gazzetta.jsp