Scopelliti alla tavola rotonda sui beni confiscati alla criminalità

Conclusa la tavola rotonda organizzata a Gioia Tauro dalla Regione Calabria e dal Formez PA su ”beni confiscati alla criminalita’ organizzata. Le azioni e la programmazione della PA per la gestione dei patrimoni sottratti alle mafie in Calabria”. L’iniziativa, tenutasi presso la cooperativa valle del Marro, presieduta dal Presidente della Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti, si è rivelata come un’occasione di confronto tra attori istituzionali e testimoni di esperienze gia’ realizzate sul territorio calabrese per la gestione efficace dei beni confiscati alla criminalità. In particolare, Scopelliti ha sottolineato che ”le problematiche connesse al riutilizzo dei beni confiscati richiedono il massimo dialogo e confronto tra le istituzioni. La lotta alla criminalita’ e’ una sfida che sapremo vincere solo se si procede in maniera corale e sinergica. La Calabria e la Sicilia – ha aggiunto Scopellitipossono fare scuola ed assumere un ruolo propositivo nei confronti del Parlamento per quanto attiene la gestione dei patrimoni confiscati. Dobbiamo dimostrare anche in questa chiave che ci stiamo evolvendo e che stiamo facendo dei grandi passi avanti nella dinamica di affrancamento della societa’ dal malaffare. E’ necessaria una rivoluzione culturale che deve coinvolgere in primo luogo i giovani. Ridurre i tempi dal sequestro alla confisca e la successiva assegnazione dei beni sottratti alle mafie – ha concluso il Presidente Scopellitie’ un segnale che lo Stato trasmette alla collettivita’ anche in chiave simbolica sulla sua capacita’ di contrapporsi al potere criminale”.