Scalea (Cs): La Gdf sequestra 3 stabilimenti balneari

I FINANZIERI DELLA TENENZA DI SCALEA, CON L’APPROSSIMARSI DELLA STAGIONE BALNEARE, NELL’INTENSIFICARE L’ATTIVITÀ DI CONTROLLO ECONOMICO DEL TERRITORIO FINALIZZATA ANCHE ALL’INDIVIDUAZIONE DI VIOLAZIONI DI CARATTERE AMBIENTALE CHE COSTITUISCONO UN GRAVE PREGIUDIZIO PER LA SALVAGUARDIA DELLE BELLEZZE NATURALISTICHE DEI NOSTRI TERRITORI COSTIERI, HANNO POSTO SOTTO SEQUESTRO TRE STABILIMENTI BALNEARI ABUSIVI, PRIVI DI QUALSIVOGLIA CONCESSIONE DEMANIALE, NEI COMUNI DI GRISOLIA E SCALEA. LA SISTEMATICA ATTIVITÀ DI CONTROLLO EFFETTUATA SU TUTTO IL LITORALE DI COMPETENZA DELLA TENENZA HA VISTO IMPEGNATE DIVERSE PATTUGLIE CHE, A PIÙ RIPRESE, HANNO OPERATO IN UNO DEGLI ANGOLI COSTIERI PIU’ SUGGESTIVI DELL’ALTO TIRRENO COSENTINO ACCERTANDO CHE, SENZA ALCUNA AUTORIZZAZIONE, IN ZONE SOTTOPOSTE A VINCOLO PAESAGGISTICO-AMBIENTALE, ERANO STATE  REALIZZATE ABUSIVAMENTE  DIVERSE STRUTTURE, QUASI TUTTE  IN LEGNO E CEMENTO ALL’INTERNO  DEI VARI STABILIMENTI BALNEARI OGGETTO DI ATTENZIONE.

I MANUFATTI, CHE NELL’INTENZIONE DEI SOGGETTI CHE LI STAVANO REALIZZANDO DOVEVANO ESSERE ADIBITI A CHIOSCHI PER LA VENDITA DI BIBITE ED ALIMENTI, COSTITUITI NELLA LORO STRUTTURA PORTANTE DA TRAVI DI LEGNO SU BASE DI CEMENTO E PASSERELLE NON AMOVIBILI PER L’ACCESSO IN SPIAGGIA, SONO STATI COSTRUITI IN POCHI GIORNI IN ASSENZA DI QUALSIVOGLIA AUTORIZZAZIONE.

I MILITARI, ACCERTATA LA NATURA ILLECITA DI TALI OCCUPAZIONI GIACENTI SU AREE  SOTTOPOSTE A VINCOLO PAESAGGISTICO-AMBIENTALE, NONCHE’  A VINCOLO SISMICO, HANNO EFFETTUATO I RELATIVI SEQUESTRI SEGNALANDO GLI AUTORI DEGLI ABUSI ALL’AUTORITA’ GIUDIZIARIA DI PAOLA.

L’ATTIVITA’ SVOLTA NELL’AMBITO DELLA TUTELA DEL PATRIMONIO AMBIENTALE, COSI’ COME COORDINATA DAL COMANDO PROVINCIALE DI COSENZA, SOTTOLINEA L’ATTENZIONE DELLA GUARDIA DI FINANZA VOLTA A  FRENARE IL DEPRECABILE FENOMENO DELL’ABUSIVISMO EDILIZIO PRESENTE NEL NOSTRO TERRITORIO CHE, PURTROPPO, NON RISPARMIA NEANCHE GLI ANGOLI PIÙ SUGGESTIVI DEL NOSTRO LITORALE.