Rosarno (Rc): cementato bunker sotterraneo della cosca Pesce

E’ stato cementato dai carabinieri il bunker sotterraneo in cui il 9 agosto del 2011 fu catturato il latitante di ‘ndrangheta Francesco Pesce, di 33 anni, capo dell’omonima cosca e figlio del boss Salvatore. Il bunker era stato realizzato nel capannone di un’azienda agricola di Rosarno. La cementificazione del bunker e’ stata disposta dalla Dda di Reggio Calabria. Negli ultimi due anni sono stati sei i bunker realizzati dalla cosca Pesce che sono stati sequestrati.