Reportage fotografico: l’affascinante infiorata di Castelbuono (Pa)

Castelbuono deve le sue origini ai Ventimiglia, Signori della Contea di Geraci, che agli inizi del 1300 decisero di costruire un castello sul poggio dominante l’antico casale di “Ypsigro”. A pochi chilometri dal mare, Castelbuono si è sviluppata ai piedi delle Madonie in una piacevolissima vallata abitata già nel neolitico e ricca di memorie greche, romane, arabe e bizantine. Nel 1316 Francesco I dei Ventimiglia, conti di Geraci e congiunti di Federico II, vi costruisce un castello secondo il modello di maschio cui si affianca la residenza, utilizzando la struttura che già dominava Ypsigro, un piccolo casale che, nel 1282, contava 300 abitanti. La costruzione del castello fa crescere questa piccola comunità tanto che nel 1454, quando Giovanni I vi si trasferisce con la sua “corte”, Castelbuono è il centro più vivace nel vasto patrimonio dei Ventimiglia. Giovanni porta con se il segno più rilevante del valore della famiglia: la sacra Reliquia del teschio di S. Anna, donata a Guglielmo dal Duca di Lorena. Il Castello e S. Anna, patrona del paese, saranno i due perni di molte vicende di Castelbuono, “capitale” dei Ventimiglia.

La festa del Corpus Domini ricorda, esaltandola, la reale presenza di Cristo nella Santa Eucarestia. la Chiesa cerca di richiamare ancora una volta l’attenzione sulla Transustanziazione. Proprio in relazione al suo profondo significato la solennità è chiamata più propriamente Corpo e Sangue di Cristo. Svincolata dalle Celebrazioni Pasquali (Giovedì Santo) in cui si commemora l’istituzione dell’Eucarestia, la solennità del Corpus Domini è un momento di gioia, lode e preghiera che il popolo Cristiano innalza a Dio, ringraziandolo di farsi presente in poca apparenza di pane. Per diverse ragioni è proprio l’Ostia consacrata il fulcro dell’attenzione rischiando che, durante la quotidiana celebrazione della Messa, venga sminuito il vino-sangue. Per questa ragione oltre al già citato cambio di nome si tende oggi a proporre omelie e catechesi che vadano ad illuminare tutti gli aspetti del mistero festeggiato.

La manifestazione giunta alla 5^ edizione dal tema “Quadri d’Autore – LA MUSICA”, dedicata al Maestro Loreto Perrini, si è svolta a Castelbuono (PA) nei giorni 15-16 e 17 giugno 2012 nel centro storico di Castelbuono.
Le foto di Mario Cucina: