Rende (Cs): ottimi risultati per la raccolta differenziata

A Rende la raccolta differenziata  “rende”. Grazie alla collaborazione dei cittadini ed all’impegno dell’amministrazione,  con il risparmio ottenuto si ridurrà la Tarsu e si amplierà anche il servizio del porta a porta.

Il servizio di raccolta differenziata continua a crescere: nel mese di maggio si è toccata quota 44%.  «Un dato straordinario se si considera che in un tempo relativamente breve, dall’inizio del servizio, la percentuale di Rd è salita di 26 punti percentuali, con una crescita mensile costante»  è il commento dell’Assessore all’Ambiente Carmelo Gallo che annuncia l’ampliamento a settembre del servizio porta a porta in molte zone della città. Appena una settimana fa, la Giunta Municipale, sotto la presidenza del Sindaco Cavalcanti, ha approvato l’estensione del servizio di raccolta differenziata porta a porta nell’area rossa. Il nuovo servizio, che partirà ragionevolmente a settembre, dopo la pausa estiva, interesserà le zone di Pirelli, Petroni, Malvitani, Cutura, Lecco, S.Stefano, Macchialonga, Rocchi inferiore e Isolette nonchè il completamento della frazione di Surdo, già interessata dal servizio. «Un provvedimento che testimonia la concreta volontà dell’Amministrazione di mettere in campo ulteriori azioni a sostegno della raccolta differenziata sia per chiare ragioni di tutela ambientale, sia per gli indubbi vantaggi economici che la stessa comporta in termini di costi di smaltimento e di trasporto dei rifiuti residuali in discarica. basti pensare – ricorda l’Assessore Gallo – che fino ad oggi sono state conferite in discarica oltre duemila e cinquecento tonnellate di rifiuti in, con un risparmio per le casse comunali – a maggio 2012 – di circa 365 mila euro. Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, senza le nuove attività di rd, il Comune portava a discarica circa l’85% dei rifiuti prodotti, oggi ne conferisce circa il 58% ».

L’obiettivo che si propone il Comune di Rende è ambizioso. « Entro quattro mesi dall’ampliamento del servizio puntiamo a raggiungere il 50%, senza gravare sulle finanze comunali e salvaguardando il risparmio fino ad oggi ottenuto. Contemporaneamente – conclude l’Assessore Gallo –  avvieremo un’articolata campagna di comunicazione ambientale nelle scuole della città, sensibilizzando i più giovani al rispetto dell’ambiente attraverso la conoscenza diretta del ciclo di raccolta differenziata:  con l’inizio del nuovo anno scolastico programmeremo visite guidate agli impianti di selezione dei rifiuti, per fare accrescere nei giovani la consapevolezza verso questa la problematica. Quello che invece faremo subito, è la riduzione della Tarsu per famiglie e imprese, che con la loro collaborazione, hanno permesso il raggiungimento di tali straordinari risultati».