Reggio: sottoscritti al Comune i nuovi contratti del progetto “Obiettivo Occupazione”

Sono stati sottoscritti questa mattina, a palazzo San Giorgio, i nuovi contratti relativi al progetto “Obiettivo Occupazione”, ai quali si è proceduto con lo scorrimento di graduatoria in virtù della disposizione di nuovi fondi. Il progetto, nato nel 2004 con l’Amministrazione Scopelliti, rappresenta un sostegno alla domanda di lavoro esistente sul territorio: 300 unità lavorative da inserire nel circuito produttivo locale tramite la concessione di un contributo all’assunzione pari ad € 12.000,00 annue ed erogato ai datori di lavoro per 15 anni.
Le unità lavorative ad oggi regolarmente occupate sono 209, poiché talune ditte beneficiarie hanno susseguentemente rinunciato al contributo. Inoltre, in considerazione del non permanere dei requisiti richiesti dal progetto, talune ditte sono state escluse dal contributo con appositi provvedimenti amministrativi. Difatti il competente ufficio, nel corso dell’anno 2011, ha proceduto all’accertamento dei beneficiari riscontrando che 14 delle aziende convocate per la stipula della convenzione non hanno riscontrato la documentazione e/o hanno comunicato espressa rinuncia al contributo. Pertanto è stata disposta l’esclusione di diverse aziende disponendo tra l’altro lo scorrimento della graduatoria.
Nel prosieguo dell’attività di controllo è stata ulteriormente disposta l’esclusione per 42 aziende beneficiarie.
Al fine di avviare l’attività lavorativa di tutte le 300 unità previste dal bando, l’ufficio del Sindaco F.D., alla luce di quanto sopra esposto, ha proceduto alla richiesta di documentazione per la stipula della convenzione a 112 aziende. Tale importante passaggio determinerà nell’immediato, e comunque entro la fine del 2012, la completa attuazione delle finalità previste dal bando e la piena occupazione di 300 lavoratori per come previsto dal progetto.
“In un momento particolarmente difficile per il Paese – ha dichiarato il Sindaco Demetrio Arena – l’Amministrazione Comunale infonde fiducia alla comunità attraverso fatti concreti. Il successo del progetto “Obiettivo Occupazione “ è anche una risposta importante a tutti coloro i quali, nel 2004, attaccarono l’idea della Giunta Scopelliti”.