Reggio, cane morto nel fusto di catrame: via alle indagini

Foto scattata nella mattinata da Giovanni Viola, uno dei residenti di Sambatello che invano hanno tentato di trarre in salvo il povero randagio

Un avvenimento e una prassi di indifferenza “che ferisce la coscienza civile”. Cosi’ il sottosegretario alla Salute, Adelfio Elio Cardinale, interviene sulla morte del cane randagio avvenuta nei giorni scorsi a Reggio Calabria, nella frazione di Sambatello, dopo che l’animale e’ caduto in un fusto di catrame. Cardinale ha avviato “tutte le indagini presso le autorita’ istituzionali e sanitarie competenti del territorio, al fine di accertare la dinamica dei fatti e per valutare la presenza di eventuali comportamenti omissivi, nonche’ di possibili reati, che – conclude - in questo caso, verranno denunciati e perseguiti“.