Reggio Calabria, tenta di rapinare un tabaccaio ma la pistola si inceppa. Ventinovenne in manette

Tentativo di rapina fallito a Reggio Calabria, solo per un caso fortuito. Un ventinovenne, A.M.,gia’ noto alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio,oggi, intorno alle 12.30 hatentato di esplodere alcuni colpi di pistola contro il proprietario della tabaccheria che stava rapinando e contro il figlio ma l’arma, per un fortuito caso si è inceppata. E’ finita bene una vicenda che poteva trasformarsi in tragedia, secondo le intenzioni manifestate dal rapinatore. L’uomo era entrato nella tabaccheria con il viso coperto da un casco grigio e aveva intimato al proprietario di consegnargli l’incasso della mattinata. A quel punto è intervenuto anche il figlio del negoziante, che, sentendo gridare il padre, ha reagito cercando di colpire il malvivente con una scala in legno.Il rapinatore, sicuro di sè ha estratto la pistola e ha tentato, secondo quanto riferito dalle vittime, di esplodere alcuni colpi, quando l’arma si è inceppata, producendo uno strano rumore. Il malfattore poi ha cercato di scappare, ma e’ stato rincorso dal figlio che gli ha lanciato contro la scala e alla fine e’ stato bloccato da alcuni passanti. Proprio in quella frazione di tempo, infatti, per strada si sono riversati molti studenti che festeggiavano la fine dell’anno scolastico. L’uomo è stato ammanettato dai poliziotti della squadra volante della questura reggina e portato in carcere dopo gli atti rituali. Del caso si sta interessando anche la squadra mobile che ha gia’ avviato ulteriori attivita’ investigative.