Rapina Crotone, il commerciante ferito è in gravi condizioni ed è stato trasferito a Reggio Calabria

Sono gravi le condizioni del commerciante ferito oggi durante la rapina avvenuta all’interno del suo negozio di preziosi.  L.C., crotonese di 69 anni, e’ stato colpito con il calcio di una pistola alla testa ed ha subito un grave trauma cranio-facciale che lo ha ridotto in fin di vita. La rapina è stata compiuta da due uomini che indossavano divise della Guardia di finanza. Il commerciante dunque ha aperto loro tranquillamente, non potendo sospettare le cattive intenzioni. Nel negozio si trovavano anche un dipendente e due rappresentanti di preziosi. I malviventi, mostrando le pistole, hanno intimato ai tre di stendersi a terra. Non è ancora del tutto chiaro se il commerciante abbia opposto resistenza, ma i due l’hanno picchiato talmente forte da ridurlo in fin di vita. Poi, appropriatisi di metalli preziosi, compresi i campionari dei due rappresentanti, sono scappati.Il bottino si aggira su un milione di euro. Gli investigatori della squadra Mobile hanno interrogato le tre persone che si trovavano nell’esercizio e da questa mattina stanno effettuando perquisizioni e controlli negli ambienti della criminalità. Intanto, le condizioni del commerciante ferito sono preoccupanti e dall’ospedale di Crotone, dove era stato posto in coma farmacologico, l’uomo è stato trasportato in eliambulanza all’ospedale di Reggio Calabria.