Ponte sullo Stretto, Matteoli commenta le dichiarazioni del ministro Passera

L’ex ministro delle Infrastrutture Altero Matteoli risponde alle dichiarazioni del ministro Corrado Passera che, a proposito del Ponte sullo Stretto di Messina, ha parlato di opera non prioritaria.”L’idea che il manufatto non venga ritenuto prioritario e’ un grave errore e dimostra che il ministro ed il governo non siano lungimiranti ed abbiamo una visione ragionieristica e apolitica sulle infrastrutture“.”Noi continueremo a sostenere che il Ponte vada realizzato perche’ rappresenta un volano di crescita non solo per l’intero Sud ma per tutto il Paese e l’Europa. E, inoltre, Passera ha verificato l’entita’ del danno che deriverebbe al bilancio dello Stato in caso di stop dell’opera per le penali da pagare alle imprese che dovrebbero realizzare il Ponte?“. E a proposito della questione Matteoli incalza: “l’annuncio arrivato dopo 8 mesi di studi e di riflessioni sul Ponte sullo Stretto che il superministro considera non essere un’opera prioritaria” viene considerato “malissimo” e “in effetti, si era capito gia’ a novembre scorso che questo governo avversava la realizzazione del Ponte“. Matteoli poi accusa Passera di cambiare ogni giorno i numeri sul decreto sviluppo. “Gli 85 miliardi attivabili annunciati venerdi’ oggi si sono ridotti a 30-40. Lo stesso refrain ha utilizzato sui fondi per le infrastrutture, prima 20, poi 100 miliardi. Poco male, anzi male“.