Pdl, Scopelliti: “non mi candido in parlamento, la partita per crescere si gioca in Calabria”

Il presidente della Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti, blocca le voci, ricorrenti nei circoli politici regionali, di possibili dimissioni, per un seggio in parlamento. “Sono disinteressato ad una candidatura“, dice in un’intervista pubblicata da “Gazzetta del Sud”. “La partita per crescere – aggiunge – si gioca in Calabria e non a Roma, io vorrei giocarla fino in fondo e possibilmente per una seconda legislatura“. Ma se a chiederlo fosse Angelino Alfano, il segretario del suo partito, il Pdl, sarebbe disposto comunque a candidarsi, “magari – dice – per poi dimettermi“. Scopelliti puntualizza anche in merito a quanto attribuitogli dal quotidiano “Avvenire”. Precisa di non aver mai detto che manderebbe a casa il 50% dei consiglieri regionali in carica: “Sono stato frainteso. Mi riferivo alla riduzione del numero dei consiglieri del 50%, non alla prospettiva di mandare a casa quelli attuali“.