Palermo: domani l’inaugurazione dei nuovi uffici della Squadra Mobile

E’ prevista per domani, alle ore 12:45 la cerimonia di inaugurazione dei nuovi uffici della ”Sezione Criminalita’ Organizzata” della Squadra Mobile di Palermo che sorgeranno nei locali del complesso di ”Santa Elisabetta”. L’inaugurazione giunge a compimento di un progetto che ha visto avvicendarsi e collaborare proficuamente partner istituzionali e privati. Le opere di ristrutturazione del complesso sono state infatti finanziate dall’Assessorato Regionale Beni Culturali in stretto raccordo con la Soprintendenza della Regione Siciliana e grazie all’ausilio del Provveditorato alle Opere Pubbliche, l’allestimento interno e’ stato realizzato da Confindustria Regionale e Provinciale mentre la sistemazione esterna di un impianto di videosorveglianza che garantisce la sicurezza dell’area di piazza Vittoria si e’ concretizzata grazie a fondi del Dipartimento di P.S. ed all’intervento finanziario di Banca Nuova. Il complesso monumentale dell’ex monastero di ”S. Elisabetta” fu fondato nella seconda meta’ del XVI secolo ed ingrandito nel 600, quando le monache del ”Terzo Ordine di S.Francesco” ebbero in donazione gli edifici dell’intero isolato a meridione della Casa, annettendole al convento. Nel tempo, la Questura di Palermo si e’ adoperata per la realizzazione di un progetto di ampliamento degli uffici della Squadra Mobile, essendo questi adiacenti alla chiesa Sebbene l’edificio recuperato avesse come tipologia la chiesa a navata unica e fosse sotto vincolo della Soprintendenza, la Questura, incaricando professionalita’ interne che hanno seguito e collaborato in tutto l’excursus dei lavori di restauro i tecnici della Regione, ha elaborato un progetto in cui gli uffici della Squadra Mobile riescono perfettamente a mantenere il loro carattere operativo dialogando e mescolandosi con la realizzazione di un percorso che ha il suo culmine in una sala conferenze. Il progetto, infatti, riesce, pur mantenendo l’impianto originario, a creare alcuni percorsi che si districano all’interno di cunicoli di collegamento tra gli attuali Uffici della Squadra Mobile e la ex chiesa di ”S.Elisabetta”. L’idea finale del progetto e’ quella di creare un ampliamento consistente degli uffici della Squadra Mobile, tramite uno degli uffici simbolo della Polizia di Stato nel contrasto a ”Cosa Nostra”.