‘Ndrangheta: confiscati a imprenditori beni per 6 milioni nel reggino

Beni del valore di sei milioni di euro sono stati confiscati dalla Polizia ai fratelli Antonio e Francesco Tallura, rispettivamente di 47 e 50 anni. I due imprenditori, nei confronti dei quali ha svolto indagini il Commissariato di Siderno, sono considerati contigui alla cosca Cordi’ di Locri. Nel 2009 sono stati coinvolti nell’operazione ‘Shark’. Antonio Tallura e’ stato condannato in secondo grado a sette anni di reclusione e il fratello Francesco a sei anni. Il provvedimento di confisca emesso dalla sezione Misure di prevenzione del Tribunale di Reggio Calabria riguarda il patrimonio aziendale della Italcantieri costruzioni generali srl (compresi 19 automezzi tra cui motopale, grossi camion e autovetture di grossa cilindrata), il patrimonio aziendale, compresi due conti correnti, della ditta Cigieffe srl uni personale con sede a Locri e attiva nel settore edile, di proprieta’ di Giuliana Calimero, interessata alla confisca cosi’ come Giuseppa Pelle (mogli dei fratelli Tallura), quattro terreni e diversi fabbricati, tre libretti postali.