Meteo: sempre più caldo, saranno giorni di fuoco con l’incubo afa e incendi

Foto di Roberto Palamà

Fa sempre più caldo tra Reggio e Messina, sia nelle ore notturne che in quelle diurne. Le temperature massime nei centri cittadini principali dello Stretto non superano ancora i +31/+32°C ma in alcune zone dell’hinterland urbano hanno toccato i +34°C. Fa molto caldo anche di notte, tanto che in alcune zone del centro di Reggio e Messina stamattina la temperatura minima è stata addirittura di +25°C. E nei prossimi giorni sarà sempre peggio. Giovedì e venerdì ci attendiamo le temperature massime più elevate, tra +34 e +36°C lungo le coste, con picchi di +38°C in alcune zone dei dintorni di Reggio e Messina. Ma già domani farà ancora più caldo rispetto a ieri e oggi.
Poi, nel weekend, la situazione tornerà lentamente alla normalità (sempre sole e caldo, ma con temperature un pò meno elevate!), però – come ha spiegato anche il meteorologo Pasqui del Cnr – il caldo è destinato a durare a lungo, almeno fino alla fine del mese.

E’ allarme per l’afa, ed è alta l’attenzione per anziani e bambini che in queste situazioni possono riscontrare dei problemi respiratori: per questo motivo il Ministero della Salute ha attivato tutte le misure necessarie a fronteggiare l’emergenza, attivando da domani anche il numero verde. L’allarme ambientale più grave è, come ogni anno d’estate, quello legato agli incendi: quanto accaduto la scorsa notte a Reggio Calabria è un significativo campanello d’allarme anche per tutta l’area dello Stretto, che deve prepararsi a dei giorni di fuoco, sperando che non ci siano vasti incendi boschivi affinchè le preziose risorse del territorio siciliano rimangano così, verdi e incontaminate come sono sempre state e come vogliamo continuare ad apprezzarle.

Ricordiamo, intanto, che per capire la vera temperatura percepita dal corpo umano bisogna calcolare l’indice di calore, che si differenzia dalla temperatura in sè poichè è frutto del rapporto tra i gradi centigradi e la percentuale di umidità relativa. In questa pagina è possibile comodamente calcolare l’indice di calore, avendo a disposizione i dati di partenza, cioè temperatura e umidità. Il risultato sarà la temperatura percepita dal corpo umano.