L’Italia è super, batte la Germania e vola in finale. Prandelli: “la prossima volta state attenti a criticare”

E’ l’Italia la seconda finalista degli Europei 2012. Nella semifinale di Varsavia, gli azzurri di Prandelli hanno sconfitto per 2-1 la Germania con una doppietta di Mario Balotelli nel primo tempo e domenica primo luglio affronteranno a Kiev i campioni in carica della Spagna per il titolo continentale. Prandelli, che schiera De Rossi e Chiellini in condizioni non perfette, deve fare a meno di Abate, Loew preferisce Kroos a Muller e parte con Klose in panca. Su un terreno di gioco scivoloso e pieno di buche, tedeschi subito minacciosi al 6′ con una ‘ginocchiata’ di Hummels che trova Pirlo ben appostata sulla linea. Buffon non impeccabile nemmeno al 12′, quando e’ incerto su Boateng, rimediando coi pugni poi su Kroos. Neuer si scalda con Montolivo e Cassano ma al 20′ capitola: magia di Fantantonio sulla sinistra, Balotelli di testa firma il vantaggio. Buffon al 27′ para in tuffo su Ozil e al 35′ vola per dire no a Khedira. L’Italia pero’ e’ concentrata e, al 36′, raddoppia ancora con SuperMario, che fa esplodere il destro su assist smarcante di Montolivo. Subito Germania in attacco in avvio di ripresa (dentro il laziale Klose), Buffon non puo’ distrarsi e, dopo l’ingresso di Diamanti per Cassano, compie un mezzo miracolo al 17′, mandando una punizione di Reus sulla traversa. Tocca anche a Thiago Motta per Montolivo, poi a Di Natale per Balotelli. L’Italia si difende ma con Marchisio spreca due ottime chance per chiudere i conti. La seconda, poi, fa quasi disperare la panchina azzurra, che incita gli azzurri, bravi a ‘salire’ nel finale per non soffrire troppo la pressione teutonica. A 9′ dalla fine, Di Natale scatta in contropiede tutto solo ma calcia incredibilmente fuori. Allo scadere Hummels spara su Buffon, poi Ozil sfiora il palo da angolo. Al secondo dei quattro minuti di recupero Lannoy concede alla Germania un rigore per mano in area di Balzaretti, trasformato da Ozil. L’Italia stringe i denti e stacca il pass per Kiev, dove domenica contendera’ alla Spagna il titolo di campione d’Europa.

”Noi ci siamo, dico solo che quando si parla di Italia bisogna stare tutti molto attenti”. Cosi’ Cesare Prandelli dopo la vittoria degli Azzurri sulla Germania 2-1 che vale la finale di Euro 2012. ”Abbiamo fatto una gara straordinaria – aggiunge il ct a Raisport – Noi abbiamo dato l’esempio di correttezza e attaccamento alla maglia”.  Sulla partita con i tedeschi Prandelli ha sottolineato che ”abbiamo fatto quelle cose che potevano mettere in difficolta’ gli avversari”. Elogi per Antonio Cassano. ”La carriera di Mario Balotelli? E’ appena cominciata”. ha aggiunto il ct azzurro.