Le Egadi saranno il primo distretto sostenibile del Sud

Le Egadi saranno il primo distretto turistico sostenibile del Sud. Merito del progetto avviato questa mattina con la firma del protocollo d’intesa tra Enea, Area marina protetta delle Egadi e comune di Favignana nel corso del convegno sul turismo ecologico organizzato oggi al Palazzo Florio di Favignana (Trapani), nell’ambito delle Giornate del mare, il festival della sostenibilita’ ambientale che si chiudera’ domenica. “Un progetto unico in Italia – dice Carla Creo dell’Enea – che da un lato avviera’ interventi per il miglioramento della gestione dei rifiuti e delle risorse idriche e naturali. E che dall’altro dotera’ le strutture turistiche dell’arcipelago trapanese del marchio Emas dell’Unione europea, certificato che garantisce il rispetto di determinati standard di efficienza energetica e piu’ in generale di eco-compatibilita’”. “Si tratta di un progetto fondamentale tanto dal punto di vista ambientale, quanto da quello dello sviluppo economico – dice Stefano Donadi, direttore dell’Amp delle Egadi – Attraverso questi interventi, infatti, sara’ possibile migliorare la qualita’ dell’offerta turistica e intercettare cosi’ quel settore del turismo, il turismo sostenibile e responsabile, che e’ in fortissima crescita”. La conferma dell’importanza economica di questa tipologia di turismo arriva da un dossier, presentato nel corso del convegno: nel 2012, il turismo verde generera’ un giro d’affari in Sicilia di 500 milioni di euro, una cifra pari a un decimo dell’intera spesa turistica nell’Isola. Del resto, la Regione gode di una piattaforma naturale composta da 4 parchi, 76 riserve naturali, 218 siti di interesse comunitario e 29 zone di protezione speciale. Un patrimonio che ancora non viene sfruttato a sufficienza se si considera che la Lombardia ha realizzato nel 2011 un giro d’affari di 2 miliardi di euro in questa settore. “La certificazione ambientale – dice il sindaco di Favignana, Lucio Antinoro – si e’ ormai dimostrata uno strumento molto efficace in termini di competitivita’ nel settore del turismo e siamo grati all’Enea di avere scelto le Egadi per questo progetto pilota. Favignana ha fatto grandi passi in avanti su questo fronte, tanto che Legambiente ha scelto le Egadi come eccellenza dei piccoli comuni di mare nell’ambito della campagna Voler bene all’Italia”.