Euro 2012: un’Italia straordinaria prima umilia l’Inghilterra per 120′, poi la batte 4-2 ai rigori e vola in semifinale

Grandissima Italia a Kiev: la qualificazione in semifinale arriva in modo estremamente sofferto, solo ai calci di rigore dopo che i tempi supplementari si sono conclusi, così come quelli regolamentari, sullo 0-0. Ma mai un risultato di una gara di calcio è stato così falso: in campo, dall’inizio alla fine, ci sono stati soltanto gli Azzurri che hanno letteralmente dominato e avrebbero meritato un largo vantaggio già alla fine del primo tempo, e poi a maggior ragione al 90°. Dei supplementari è inutile anche parlarne, l’Italia ha tenuto più del 90% del possesso palla su 30 minuti di gioco, e già questo dato dice tutto. I due pali di De Rossi e Diamanti, il gol annullato per un fuorigioco millimetrico a Nocerino e tantissime altre occasioni, anche clamorose, sfumate solo per un soffio, avrebbero rischiato di lasciare una ferita profondissima nella squadra di Prandelli che, se fosse stata eliminata, avrebbe subito una delle peggiori beffe della storia del calcio.
Ma ai rigori, dopo l’errore di Montolivo, sono stati il cucchiaio di Pirlo (alla Totti) e gli errori di Young e Cole a spianare la strada alla nostra Nazionale, che grazie a Nocerino e infine a Diamanti ha conquistato strameritatamente la semifinale. Una semifinale durissima, che si giocherà tra soli 4 giorni dopo questa partita lunghissima e durissima, contro la Germania che invece ha giocato due giorni fa (e quindi arriverà ben più riposata). L’altra semifinale è Portogallo-Spagna. Per quanto visto fin qui in campo, siamo convinti che nelle semifinali ci siano le 4 squadre migliori di tutta la competizione, e siamo anche convinti che la Germania avrebbe preferito di gran lunga che stasera avesse vinto l’Inghilterra.
Sarà un’altra battaglia, un’altra gara storica. Germania-Italia in semifinale, l’ultima volta è successo sei anni fa, ai mondiali proprio in terra tedesca. Al Westfalenstadion di Dortmund finì 0-2, indimenticabili i gol di Grosso e Del Piero negli ultimi minuti del secondo tempo supplementare. Anche quest’anno l’Italia ha tutte le carte in regola per battere i tedeschi e approdare in finale, soprattutto dopo quanto visto stasera. Una grande squadra che ha dato lezioni di calcio ai “maestri” inglesi e che adesso, giustamente, non si può porre alcun limite.
Forza ragazzi!