Euro 2012, la situazione dell’Italia: incubo “biscotto”

Con l’arrivo di Croazia, Italia e Spagna a 5 punti si verificherebbe lo stesso numero di punti negli scontri diretti. Partendo dal presupposto che l’Italia batte l’Irlanda, cosa per niente scontata, con lo 0-0 di Spagna-Croazia passerebbe l’Italia (prima) con la Spagna seconda (migliore differenza reti sulla Croazia). Con l’1-1 passerebbe l’Italia se battesse l’Irlanda con almeno 3 reti di scarto, oppure con 2 reti segnandone almeno 4, vincendo 3-1 l’Italia sarebbe fuori, in quanto la Croazia ha un coefficiente Uefa di 2,23 contro il 2,20 azzurro. All’Italia non basterebbe la vittoria in caso di pari con almeno 4 gol tra Spagna e Croazia. I parametri in caso di arrivo a pari merito sono: 1) classifica avulsa; 2) differenza reti nella classifica avulsa; 3) maggior numero di reti nella classifica avulsa; 4) differenza reti fase a gironi; 5) maggior numero di reti fase a gironi; 6) coefficiente Uefa da Europei 2008. Chiaramente se una tra Croazia e Spagna vincesse, l’Italia, battendo l’Irlanda, sarebbe matematicamente dentro.