Domenica mille borghi in piazza per “Voler Bene all’Italia”: gemellaggio con i comuni terremotati, partecipa anche Roccella Jonica

Un abbraccio collettivo all’Emilia Romagna, ma anche una giornata di seria riflessione sui piani antisismici, sullo stato degli edifici pubblici, sull’educazione alla prevenzione della cittadinanza. Anche la Calabria si mobilita, domenica 3 giugno, insieme a migliaia di borghi della Penisola per la nona edizione di Voler bene all’Italia, la Festa nazionale dedicata ai piccoli comuni sotto i 5mila abitanti e organizzata da Legambiente insieme a un vasto comitato promotore che tiene insieme oltre 50 sigle di realtà territoriali. Tutti gli eventi si apriranno con un minuto di silenzio e le note dell’inno nazionale: all’insegna dello slogan “siamo tutti emiliani”, la festa quest’anno si trasforma in una gara di solidarietà in favore delle vittime del terremoto emiliano e dei territori per i quali è stato dichiarato lo stato di emergenza nazionale.

L’APPELLO

Dal 2011 Voler bene all’Italia gode del patrocinio del presidente della Repubblica, un attestato che riconosce l’importanza di valorizzare e celebrare le risorse dei nostri borghi, i tesori e i talenti nascosti, insieme alla loro capacità d’innovazione e di sviluppo. Borghi da tutelare anche dalle politiche dei tagli indiscriminati: quest’anno Legambiente e Anci hanno lanciato un appello al presidente del Consiglio Mario Monti – cui hanno già aderito oltre 1000 piccoli comuni  – chiedendo di aprire un confronto per evitare gli effetti più deleteri della manovra varata nell’estate del 2011. I piccoli comuni rappresentano un presidio insostituibile per la tenuta strutturale, culturale e sociale del nostro Paese, soprattutto in un momento di crisi ambientale ed economica come quella attuale. Senza i presidi territoriali l’Italia sarebbe meno sicura, il patrimonio storico artistico più a rischio, la nostra democrazia più debole.

IL GEMELLAGGIO

Roccella Jonica e tanti altri borghi italiani promuoveranno iniziative di aiuto: un vero e proprio gemellaggio coi comuni emiliani che sarà concretizzato con soggiorni estivi per gli sfollati e la raccolta fondi da destinare alle zone colpite dal sisma. Un gesto concreto che partirà da Fivizzano, il piccolo comune della Lunigiana, colpito lo scorso ottobre dall’alluvione che ha devastato l’alta Toscana e la Liguria e che quest’anno è stato scelto come luogo simbolo dell’edizione 2012.

SCUOLE E SISMA

La manifestazione Voler bene all’Italia di Legambiente è anche l’occasione per fare il punto sullo stato della sicurezza degli istituti scolastici: oggi 1 giugno è in programma la giornata Piccoli Comuni Grande scuola, che vede impegnati 160 classi, 25 plessi e 3500 studenti in tutta la Penisola. La situazione appare estremamente seria: secondo l’indagine Ecosistema scuola 2011 di Legambiente, infatti, solo il 10,30% delle scuole italiane è stato costruito secondo criteri antisismici; la verifica di vulnerabilità sismica è stata invece eseguita nel 24,81% degli istituti, sebbene oltre il 40% (41,5% per l’esattezza) risulti costruito in aree a rischio sismico. Il 52,5% delle scuole ha il certificato di idoneità statica, mentre il 54,12% ha quello di agibilità. Solo il 53,23% è dotato di scale di sicurezza mentre le prove di evacuazione hanno riguardato la gran parte degli istituti (93,06%).

CALABRIA A RISCHIO

Alla luce di simili dati, secondo Legambiente Calabria si impone una seria e rapida verifica dello stato del patrimonio edilizio dello Stivale, a cominciare dalle scuole ma non solo. Una regione, la Calabria, ad alto rischio sismico, investita in questi giorni da significative scosse (in particolare nel Cosentino), ma ancora priva di una legge regionale antisismica. Pertanto, quella del 3 giugno è anche l’occasione per avviare un confronto sui piani di protezione civile, sull’opportunità di lanciare iniziative di sensibilizzazione nelle scuole per diffondere dal basso l’educazione alla prevenzione e prepararsi per tempo, senza inutili allarmismi, all’eventualità di un terremoto.

I BORGHI CALABRESI

Alla giornata del 3 giugno hanno aderito decine di comuni in tutte le province calabresi.

Nel Catanzarese si mobiliteranno i centri di Botricello, Soveria Mannelli, il Circolo Legambiente “La Ginestra-Jevoli” di Feroleto Antico, San Pietro a Maida e Carlopoli.

Nel Reggino, oltre a Roccella Jonica ci sono anche Bova, San Giorgio Morgeto, Camini, Bianco e Sant’Alessio in Aspromonte.

Nel Cosentino si terranno iniziative a Oriolo, Mandatoriccio, Marano Principato, Lappano, Aiello Calabro, Marzi, Saracena e Cropalati.

Nel Crotonese hanno aderito a Voler bene all’Italia il Comune di Crucoli e la Provincia di Crotone.

Infine nel Vibonese ha aderito il Comune di Fabrizia.

Ma le iniziative del 3 giugno non saranno delle stanche passerelle: trekking urbano, censimenti dei fontanili, escursioni, workshop con gli studenti, visite naturalistiche e molto altro ancora, per dare valore ai territori calabresi.

DIFFERENZIATA, L’ECCELLENZA ROCCELLA

Il Comune di Roccella Jonica è tra le esperienze di punta a livello nazionale per i risultati ottenuti nella raccolta differenziata, realizzata attraverso un progetto credibile e il coinvolgimento effettivo della società civile. Un risultato conseguito anche grazie al coinvolgimento di Piccola Grande Italia, la rete delle amministrazioni virtuose a cui anche Roccella ha aderito.

Anche il centro della Locride ha deciso di aderire al gemellaggio coi Comuni emiliani colpiti dal sisma, nell’ambito di Voler bene all’Italia, e lo farà promuovendo una raccolta fondi di solidarietà.

ROCCELLA, IL PROGRAMMA DELLA DUE GIORNI

Nel centro della Locride Voler bene all’Italia raddoppia con una due giorni ricca di appuntamenti.

Domani sabato 2 giugno sarà celebrata la Festa della Repubblica con un importante Tavola rotonda dedicata a “Rifiuti, Riciclo, Lavoro”, a partire dalle ore 16.30 al Convento dei Minimi. Oltre al sindaco Giuseppe Certomà, interverranno Nuccio Barillà (segreteria nazionale Legambiente),  Santo Vazzano (Confcooperative Calabria), Carmelo Basile (Fattoria della Piana), Maria Teresa Nesci e Paolo Guarnaccia (Cooperativa sociale “Felici da Matti”), Vincenzo Bombardieri (assessore Ambiente Roccella), Maria Carmela Lanzetta (sindaco di Monasterace), Domenico Giannetta (assessore provinciale Attività produttive), Giuseppe Raffa (presidente della Provincia di Reggio), Francesco Pugliano (assessore regionale Ambiente). Dalle ore 18 si svolgerà la premiazione del concorso scolastico “Ricicli…amo”, intervallata dalla sfilata di moda con abiti realizzati dai ragazzi dell’Ipsia di Siderno. E a margine dell’iniziativa sarà accessibile la mostra “Creativamente” di Legambiente, realizzata in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria.

Domenica 3 giugno Roccella scende in piazza per Voler bene all’Italia. A partire dalle ore 9.00 e per tutta la mattinata un gruppo di guide turistiche sarà a disposizione per visite guidate al castello dei principi di Carafa ed al centro storico del paese e, su prenotazione, sarà possibile visitare l’area naturalistica protetta dei calanchi. (per informazioni e/o prenotazioni contattare il numero 0964/863322 – ufficio informazioni turistiche).

Alle ore 11.00 carovana in bicicletta lungo la pista ciclabile della Via Marina fino al porto in collaborazione con l’oratorio parrocchiale di Roccella.

Dalle ore 17 alle ore 19 via alla Festa dello Sport in Via Marina e contestualmente apertura del villaggio allestito con stand ed esposizioni sulle energie rinnovabili, prodotti del territorio, artigianato, arte da riciclo. Ci saranno anche lo stand della Coop “Felici da Matti”, un’importante esperienza sociale del territorio, e lo stand della Sun System, una grande realtà della green economy e del fotovoltaico che anche quest’anno ha deciso di sponsorizzare la manifestazione nazionale di Legambiente. In particolare, la Sun System ha stabilito delle offerte commerciali dedicate ai piccoli borghi, e per ogni impianto fotovoltaico installato in uno dei Piccoli Comuni aderenti alla festa del 3 giugno regalerà un albero alla cittadinanza.

Alle ore 19.30 in Via Marina si terrà il convegno “Architettura del Paesaggio – valorizzazione delle aree verdi” in collaborazione con la Fidapa. Interverranno il sindaco, il vicesindaco, l’architetto Lucia Del Duca e Lidia Liotta, responsabile del Comitato Scientifico di Legambiente Calabria.

Infine, alle ore 21 gran finale con il concerto dell’Orchestra di Ardore.