Criminalità: nel 2011 i carabinieri hanno perseguito 2 milioni di reati e 48 mila arresti

Nel 2011 le Stazioni dei carabinieri hanno segnalato all’autorita’ giudiziaria 305.927 persone, ne hanno tratto in arresto 48.292 e, soprattutto, hanno perseguito circa 2 milioni di reati (1.979.585), che corrispondono al 69,6% delle denunce complessivamente presentate a tutti i reparti e uffici delle Forze di polizia. I dati sono stati diffusi in occasione della ricorrenza del 198° annuale della Fondazione dell’Arma. L’attivita’ di controllo del territorio e’ stata sviluppata con oltre 4.300.000 servizi, nel corso dei quali si e’ proceduto all’identificazione di 18.926.916 persone e al controllo di 14.489.020 veicoli. L’azione di questi presidi e’ ulteriormente qualificata dai 149.187 servizi svolti dal ”Carabiniere di quartiere”, che opera in 810 quartieri di tutti i 103 capoluoghi di provincia e di altre 116 maggiori citta’. Un apporto determinante al settore preventivo e’ altresi’ offerto dall’attenta e ininterrotta attivita’ di vigilanza e pronto intervento svolta dai Nuclei Radiomobili, che hanno effettuato oltre 205.000 interventi, nonche’ tratto in arresto 27.814 persone. L’efficacia del dispositivo, rilevano i Carabinieri, e’ accresciuta dall’attivita’ di coordinamento delle pattuglie svolta dalle Centrali Operative attestate presso i Comandi Provinciali e le Compagnie, che attraverso il ’112′ – individuato quale numero unico di emergenza europeo – hanno assicurato la risposta alle oltre 5 milioni di richieste pervenute dai cittadini. Accanto all’attivita’ di prevenzione generale, l’Arma pone da sempre una particolare attenzione ai controlli sulla circolazione stradale, riferita alla viabilita’ ordinaria urbana ed extraurbana. Lo sforzo, tra l’altro, e’ rivolto alla prevenzione del fenomeno c.d. delle ”stragi del sabato sera” attraverso la predisposizione di servizi con spiccato orientamento alla deterrenza, connotati dalla massima visibilita’ dei dispositivi e finalizzati al controllo del tasso di alcool nel sangue e dell’eventuale uso di sostanze stupefacenti da parte dei conducenti. Nel 2011, i servizi dedicati alla vigilanza stradale hanno richiesto l’impiego di oltre 4.110.000 pattuglie che hanno accertato circa 505.000 infrazioni al Codice della Strada. Sul piano degli infortuni, sono stati invece rilevati oltre 30.000 incidenti, che hanno causato il decesso di 1.092 persone e il ferimento di altre 22.312. Il potenziamento del controllo del territorio si e’ avvalso anche delle capacita’ di 24 Nuclei cinofili (che complessivamente hanno svolto 7.556 servizi: dall’intervento in caso di calamita’ naturali, alla ricerca di persone scomparse e di stupefacenti, alla individuazione di ordigni), dei tiratori scelti e degli artificieri antisabotaggio in occasione di grandi eventi, delle 1.713 pattuglie del Reggimento carabinieri a Cavallo nelle aree verdi urbane e nei boschi, e degli Squadroni Eliportati ”Cacciatori” Calabria e Sardegna, estremamente utili in ambienti naturali impervi, come le zone montuose della Sila e della Barbagia. Nel 2011 i ”Cacciatori” hanno svolto complessivamente 3.811 servizi, nel corso dei quali sono state tratte in arresto 205 persone. Anche nei cieli e nelle acque interne l’impegno dell’Arma e’ stato costante, come testimoniano le oltre 4.278 missioni di volo operative svolte dagli elicotteri dei 15 Nuclei presenti sul territorio nazionale e le 89.666 ore di navigazione delle motovedette in dotazione, che hanno consentito, tra l’altro, il soccorso di 309 imbarcazioni e di 5.197 persone in difficolta’. Di rilievo anche il contributo fornito dai Carabinieri della ”montagna” e dai subacquei. Nel 2011, sciatori e rocciatori hanno assicurato 19.111 servizi, mentre i subacquei hanno effettuato 732 interventi di soccorso e di polizia giudiziaria. Di assoluto rilievo e’ stato anche l’impegno nel settore dell’ordine pubblico. Solo nell’1,8% delle 10.461 manifestazioni pubbliche preavvisate nel corso del 2011 si sono registrati episodi di intemperanza. Con riferimento all’attivita’ di contrasto, nell’anno appena trascorso, i Carabinieri hanno perseguito complessivamente 2.053.865 reati, hanno tratto in arresto 85.518 persone e ne hanno deferite 398.846.