Conversano, crollo palazzine: si scava per trovare tre olandesi. Sul posto anche la Croce Rossa

Proseguono le ricerche tra le macerie a Conversano, Bari, dove oggi sono crollate due palazzine a causa di un’esplosione dovuta a una fuga di gas. Si teme per la vita di tre turisti olandesi, padre, madre e bimbo di 18 mesi, venuti in Puglia per trascorrere le vacanze con i parenti. “Un altro botto in un centro storico meraviglioso, come quello della citta’ di Conversano. Noi possiamo dire che i soccorsi sono stati tempestivi. In queste ore le associazioni dei volontari stanno supportando l’azione puntuale della Protezione Civile, dei Vigili del Fuoco e delle forze dell’ordine“. Lo ha affermato Nichi Vendola, governatore della Puglia, parlando con i cronisti a Montecitorio sul crollo delle palazzine a Conversano. “Si scava – ha proseguito il presidente della Regione – si tolgono le pietre perche’ risultano disperse alcune persone. La speranza e’ quella di trovarli vivi. In questo momento e’ un’intera comunita’, tutta la Puglia – ha concluso Vendola – che si sta stringendo attorno a quelle macerie, affinche’ ci possa essere qualche notizia che parli di vita anziche’ di morte“. Sono state invece dimesse dall’ospedale le undici persone rimaste ferite. Sono a lavoro i vigili del fuoco e gli uomini della protezione civile, con l’aiuto di 25 volontari della divisione emergenze del comitato provinciale Croce Rossa Italiana di Bari. Intanto sono stati anche informati dell’accaduto l’ambasciatore dei Paesi Bassi in Italia, Phalfonsus Stoelinga e il console di Bari, Massimo Salomone, che stanno seguendo dall’Ambasciata di Roma i soccorsi in atto a Conversano.  Salomone e’ oggi ospite di Stoelinga per il conferimento di un’onorificenza. Il console ha aggiunto di essere costantemente in contatto con il governatore della Puglia, Nichi Vendola, e con il sindaco di Conversano, Giuseppe Lovascio, per avere informazioni dirette sull’andamento delle ricerche tra le macerie. Sul posto ci sono due addetti del consolato. L’esplosione di stamane, secondo quanto spiega il sindaco Lovascio, sarebbe avvenuta al primo piano e avrebbe poi sventrato la palazzina di tre livelli, che si trova in via Zingari a Conversano.”Temiamo – ha detto il primo cittadino – che sotto le macerie ci sia una famiglia italo-olandese della quale i parenti hanno perso le tracce. Con il passare del tempo il rischio che siano li’ sotto cresce”. ”I soccorsi – ha voluto sottolineare Lovasciosono stati rapidissimi, tutti si sono mobilitati immediatamente: vigili del fuoco, la Regione Puglia e tutte le forze dell’ordine, lavorano con una dedizione incredibile”. ”Le poche case pericolanti della zona – ha concluso - sono state evacuate e per gli abitanti abbiamo messo a disposizione gli alberghi cittadini”.