Conversano (Bari), forte esplosione provoca il crollo di due palazzine. 10 feriti, si cerca tra le macerie

Tragico risveglio oggi a Conversano, nel barese. Intorno alle 8 e 45, una forte esplosione, causata con ogni probabilità da una fuga di gas, ha provocato il crollo di due palazzine nel centro storico, in via Zingari. Al momento, secondo le informazioni fornite dalla protezione civile, ci sarebbero 10 feriti,nove adulti e un bambino di edifici adiacenti lo scoppio, nessuno dei quali – ha spiegato il sindaco Giuseppe Lovascio a Telenorba – in condizioni gravi. Si cerca a mani nude tra le macerie, con il timore che ci siano altre vittime, anche se, come afferma il sindaco ”Una delle palazzine coinvolte era disabitata perche’ in vendita, l’altra purtroppo no”. Sul luogo del crollo sono al lavoro vigili del fuoco, carabinieri e vigili urbani per estrarre dalle macerie eventuali altri feriti.Il rumore dello scoppio e’ stato cosi’ intenso che si e’ avvertito in quasi tutta la cittadina di Conversano. Sono andati in frantumi le vetrate di alcuni negozi della centrale via Matteotti e alcune persone che si trovavano nei pressi della Villa dei Caduti, alla deflagrazione, sono state colte da malore. Una famiglia di albanesi abitava una delle due palazzine. Due adulti sono stati estratti vivi mentre i vigili del fuoco scavano ancora tra le macerie per trovare la figlioletta. I soccorritori stanno cercando anche di capire se fossero nella palazzina o gia’ andati via una coppia di olandesi che erano arrivati nella cittadina, come turisti, un paio di giorni fa ed erano alloggiati là. Tre squadre dei vigili del fuoco sono sul posto per procedere ai soccorsi e sgombrare la zona dai detriti. La societa’ erogatrice del gas ha prontamente interrotto le forniture nel centro della cittadina, mentre i tecnici dell’Enel sono al lavoro per mettere in sicurezza la rete elettrica. Sul posto sono stati portati anche dei cani ma il loro impiego non e’ possibile in quanto c’e’ un forte odore di gas metano.