Catania, salta un concorso per l’Agenzia delle Entrate. Sul posto circa 3.000 candidati, ed è caos

Attendevano da stamttina alle 9 e 30, i circa 3.000 candidati giunti davanti al complesso delle Ciminiere, a Catania, per svolgere la prova del concorso per 250 posti all’Agenzia delle Entrate. Ma alle 14 e 30 ancora non era stato consegnato nessuno questionario, come invece contemporaneamente è accaduto nelle altre cittù italiane, sedi del concorso. La tensione è salita sempre più, fino a raggiungere il caos totale, specialmente quando gli organizzatori hanno chiesto ai candidati di fare ordine per poter distribuire i questionari nel primo pomeriggio. A questo punto i candidati si sono rifiutati di sottoporsi alla prova perche’ a quell’ora le risposte erano gia’ su internet.
Dapprima è intervenuta la polizia per calmare la gran confusione creatasi. Successivamente è giunta sul posto anche la Digos. ”Siamo qui dentro dalle 9.30 del mattino e non ci fanno uscire – ha detto una delle candidate, F.G., di 35 anni, comunicando con un cellulare – perche’ dicono che la prova si deve svolgere. Ci dicono che se vogliamo uscire dobbiamo firmare un documento nel quale rinunciamo alla prova. E’ una vergogna, la prova la devono annullare loro in autotutela”.
Proprio poco fa, nella sala prova del concorso, una voce all’altoparlante ha annunciato: ”Il presidente della commissione di concorso regionale ha reso noto che il concorso di Catania e’ stato sospeso”. Alcuni candidati hanno applaudito.