Catania: la Dia ha sequestrato beni per un valore di circa 1.5 milioni di euro

La Direzione investigativa antimafia di Catania ha sequestrato beni per un valore di circa 1.500.000 euro sono stati sequestrati a Giuseppe e Grazia Corra, rispettivamente suocero e moglie di Angelo Santapaola, 45 anni, cugino in linea diretta del boss, trovato morto il 1 ottobre del 2007 in contrada Monaco di Ramacca. Il suo cadavere carbonizzato fu trovato dai carabinieri insieme a quello di Nicola Sedici, di 31 anni, che aveva sposato una cugina del capomafia. Il provvedimento di sequestro, emesso dal Tribunale di Catania, ha interessato 16 unita’ immobiliari a Catania, una unita’ immobiliare ad Augusta, nel siracusano, svariati conti correnti per un valore di circa 250.000 euro e due autovetture. Angelo Santapaola, nell’ambito dell’indagine condotta dalla Dia di Catania culminata nell’operazione denominata ”Arcangelo”, risultava destinatario di una ordinanza di custodia cautelare, per avere diretto l’associazione mafiosa, ordinanza che non fu eseguita perche’ venne assassinato.