Catania, Guardia Costiera: Si è svolta ieri una conferenza sull’operazione “mare sicuro”

Si è svolta lo scorso 4 giugno, nella sede della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Catania, una conferenza sull’operazione “MARE SICURO” che, in concomitanza con l’imminente avvio della stagione balneare, entrerà a breve nella piena fase esecutiva.
L’attività di informazione, che è stata effettuata a favore di una classe dell’Istituto G. FERRARIS di San Giovanni La Punta e di una Rappresentanza di Volontari dell’UNICEF appartenenti al Comitato di Catania, si è svolta dopo aver osservato – nella giornata di lutto nazionale – un minuto di silenzio in memoria delle vittime del recente sisma che ha colpito l’Emilia Romagna.
Ad illustrare le finalità dell’operazione e le molteplici attività dei militari della Guardia Costiera, con particolare riguardo alla sicurezza della navigazione e della balneazione, nonchè alla tutela dell’ambiente marino e costiero, è stato il Sottotenente di Vascello Pascal ALLEGRA, in servizio presso la Capitaneria di Porto.
L’incontro è stato anche l’occasione per la consegna all’Ammiraglio Domenico DE MICHELE, Direttore Marittimo della Sicilia orientale, della “Pigotta” con salvagente, da parte del Prof. Vincenzo LOREFICE, Presidente del locale Comitato Provinciale UNICEF.
Alla conferenza è seguita una visita alla Sala operativa dell’11° Centro Secondario di Soccorso Marittimo, occasione in cui sono state illustrate le apparecchiature e le strumentazioni in dotazione ed alla Motovedetta CP271 della Guardia Costiera, normalmente impiegata nell’assolvimento dei compiti d’istituto.
All’incontro era presente, oltre al Prof. Tringali dell’Istituto FERRARIS, anche l’Ins. Anna Rita GIORDANO del Circolo Didattico “G.RODARI” di Catania, che ha realizzato la Pigotta con salvagente e la Sig.ra Ambra PICASSO, coordinatrice del Movimento dei Giovani UNICEF, oltre al Capitano di Vascello Giacomo SALERNO ed al Capitano di Corvetta Roberto D’ARRIGO, rispettivamente Comandante in 2^ e Capo Ufficio Relazioni Esterne della Guardia Costiera etnea.