Castrovillari: domani la presentazione del progetto “2 Mari, 35 Vette”

Dopo la conquista delle 10 vette del Pollino in una giornata nel 2007, le 7 vette dell’Orsomarso nel 2009 e le restanti 10 vette dell’Orsomarso nel 2010, sempre in una giornata e dopo il trekking dei Due Mari nel 2011.

Voglio organizzare per il 2012 “Due Mari 35 vette “

Questo trekking si presenta molto difficile ed impegnativo, previsti 16 giorni per la lunghezza del percorso, il dislivello notevole in salita e discesa e organizzare la logistica .
Qualcuno definisce questa impresa “ Impossibile” ; è l’ennesima sfida a me stesso ed io, .prendo ad esempio, il mio caro amico Denis Urubko.
La mia idea , un sogno, un favoloso trekking dai contorni avventurosi che attraversa la Calabria , che và dal Mar Tirreno al mare Jonio, attraverso i monti dell’Orsomarso e del Pollino, snodandosi attraverso alcuni paesaggi naturalistici tra i più incantevoli, variegati ed incontaminati del Parco Nazionale del Pollino ; per fare tappa a Santuari , spiagge , Paesi, e scalare 35 vette, le più importanti del Parco Nazionale del Pollino.. il Parco più grande d’Italia.
Per dormire a contatto della natura , sotto il cielo stellato, in rifugi.
Questo trekking è un percorso storico ,culturale , naturalistico, folcloristico e enogastronomico .

Scopo di questa iniziativa è quello di propagandare e far conoscere questi posti meravigliosi e le nostre Vette.
Per partecipare si può chiedere agli organizzatori il programma .

NB: si può partecipare, anche ad una sola tappa ; la maggior parte delle tappe sono di Difficoltà Escursionistica E, oppure si può decidere di non salire sulle vette ; la difficoltà diventa E.

Descrizione del percorso e calendario delle tappe.

Venerdì 15 giugno 2012
1° tappa –Spiaggia di Belvedere Marittimo – Trifari .
Lunghezza 13 km -6 ore. Dislivello 869 m in salita;159 m in discesa.
Sorgenti dislocate lungo tutto il percorso. Difficoltà E.
Si parte dalla spiaggia di Belvedere Marittimo(CS); Il trekking ha inizio con un bagno inaugurale,segue una conferenza stampa di presentazione e consueto saluto alle autorità e si parte con il visitare il contro storico di Belvedere Marittimo, le sue chiese, il Convento di San Daniele,dove si trovano le reliquie di San Valentino per giunge a Trifari , dove si pernotta

Sabato 16 giugno 2012
2° tappa –Trifari –rifugio Belvedere.
Lunghezza 13 km . 10 ore e 30 minuti Dislivello 1786 m in salita ; 1155 m in discesa. Sorgenti : Trifari ,Difficoltà EE
Partiti da Trifari, si percorre il sentiero che porta al Rifugio di Belvedere, rifugio; dove si pernotta. Si comincia la conquista delle Vette: la Castelluccia 1295 m, il Cannitello 1464 m. Serra la Croce 1420 m. Pausa pranzo e si continua con il Monte la Caccia 1774 m e il Petricelle 1825 m.

Domenica 17 giugno 2012
3 ° tappa –Rifugio Belvedere- Sant’Agata d’Esaro
Lunghezza 15Km. 6 ore Dislivello 884 m. in salita ;1732 in discesa
Sorgenti:Fontana Cornea . Difficoltà EE
Si parte verso il passo della Melara per poi salire sulla Montea 1825 m. e il Faghitello1432 m. Ci si avvia verso Fontana Cornea e si raggiunge Sant’Agata d’Esaro, dove si conclude la tappa.

Lunedì 18 giugno 2012
4 ° tappa – Sant’Agata d’Esaro – Santuario Madonna del Pettoruto.
Lunghezza 15 Km. 7 ore e 50 minuti. Dislivello 929 m. in salita; 834 m. in discesa: Sorgenti: Fontana Cornea. Difficoltà E.
Un comodo sentiero ci porta alla Tavola dei Briganti poco più avanti la Pietra Portusata , Campiello ,Artemisia per concludere questa giornata al Santuario della Madonna del Pettoruto e a San Sosti CS.

Martedì 19 giugno 2012
5° tappa –Santuario Madonna del Pettoruto – il Campo.
Lunghezza 21 Km. 9 ore e 30 minuti. Dislivello 1910 m. in salita ; 898 m.
In discesa .Sorgenti:San Sosti, Caviglia. Difficoltà EE.
Si parte dal Santuario della Madonna del Pettoruto; si passa per l’abitato di San Sosti si imbocca un sentiero che passa per Due Dita e dopo poco al pianoro di Caviglia si sale per il vallone della Zoppatura per arrivare al Campo ; dove mettiamo le nostre tende. Dopo ci sono 4 vette da scalare:
la Muletta 1717 m. , Cozzo Fiazzati 1676 m., Serra Scodellaro 1588 e Monte Alto 1761 .

Mercoledì 20 giugno 2012
6° tappa –Il Campo – Rifugio piano di Lanzo.
Lunghezza 17 Km. 8 ore e 45 minuti. Dislivello 1103 m. in salita ; 1334 m. in discesa. Sorgenti : Piano di Lanzo. Difficoltà EE.
Si parte dal Campo di Annibale per poi salire sulla Mula 1935 m. si prosegue attraverso il Piano di Zazzera per poi arrivare a Serra Paratizzi 1795 m. e Cozzo di Valle Scura 1824 m. si scende alla Cresta per salire sulla Calvia 1910 m. e sul Cozzo del Pellegrino 1987 m si scende per Valle Lupa e salire sul Cozzo del Mangano 1699 m. La tappa si conclude al rifugio Piano di Lanzo nel Comune di San Donato di Ninea CS.

Giovedì 21 giugno 2012
7° tappa – Dal rifugio piano di Lanzo – Piano di Novacco.
Lunghezza 30 Km. 12 ore. Dislivello 1724 m. in salita ;1757m. in discesa
Sorgenti:Piano di Lanzo – Tavolata. Difficoltà EE.
La nostra meta è il piano di Novacco; la prima sosta alla Madonna del Pellegrino ,si prosegue per piano Puledro,piano di Ferrocinto,il Laghetto di Tavolata , piano di Vincenzo per giungere al Piano di Novacco .
La giornata si conclude con la scalata a Monte Caramolo 1827 m. magari in notturna .

Venerdì 22 giugno 2012
8° tappa -Da piano Novacco – Campotenese.
Lunghezza 19 Km. 8 ore Dislivello 799 m. in salita ; 1144 m. in discesa.
Sorgenti: Piano di Novacco , Campotenese .Difficoltà EE.
Si parte dal piano di Novacco nel Comune di Saracena CS per andare in vetta al Monte Palanuda 1632 m. per poi salire in cima al Monte Vernita
1456 m. si prosegue per l’altipiano di Campotenese ; dove facciamo il nostro fine tappa.

Sabato 23 giugno 2012
9° tappa –Campotenese – Colle del Dragone.
Lunghezza 26 Km. 9 ore. Dislivello 1987 m. in salita ;1297 in discesa.
Sorgenti: Campotenese e a metà percorso. Difficoltà EE.
Si parte Campotenese verso la Madonna del Carmine per poi salire sul Monte Cerviero 1443 m. si prosegue fino ad arrivare al Colle del Dragone ; dove mettiamo le nostre tende . Si sale sul Timpone Viggianello 1179 m. e in seguito su Coppola di Paola 1919 m .

Domenica 24 giugno 2012
10° tappa –Da Colle del Dragone –Colle Impiso.
Lunghezza 17 km. 9 ore e 10 minuti. Dislivello 1472 m. in salita ;1512 m. in discesa. Sorgenti : Piano Ruggio. Difficoltà EE.
Si sale su Timpone della Capanna 1823 m. per poi scendere a Piano di Ruggio ; si sale sul Monte Grattaculo 1980 m. si arriva a Colle Impiso e si proseguire per la Serra del Prete 2181m . si riscende a Colle Impiso dove passiamo la notte .

Lunedì 25 giugno 2012
11° tappa – Colle Impiso – Fontana del Principe.
Lunghezza 16 km. 9 ore e 30 minuti. Dislivello 1334 m. in salita ; 1568 m. in discesa. Sorgenti: Spezzavummulo, Fontana del Principe.Difficoltà EE.
Si parte verso il piano di Gaudolino per poi salire sulla vetta del Monte Pollino 2248 m. ; si prosegue per la Serra del Dolcedorme a 2267 m la vetta più alta ; scendiamo sulla Manfriana 1981 m. e dopo Timpa del Principe 1741 m. ; si prosegue per la Cresta dell’Infinito per poi concludere questa tappa alla Fontana del Principe.

Martedì 26 giugno 2012
12° tappa – Fontana del Principe – Pendici della Falconara.
Lunghezza 18 Km. 8 ore e 45 minuti. Dislivello 1075 m. in salita ; 1032 m.
In discesa . Sorgenti: Fontana del Principe, Sorgenti del Vascello ,Casino Toscano. Difficoltà EE.
Andiamo verso le Sorgenti del Vascello per arrivare ai Piani di Acqua Fredda , si sale su Serra delle Ciavole 2127 m. si passa per la Grande Porta del Pollino per arrivare a Serra di Crispo 2053 m. per concludere questa tappa alle pendici della Falconara dove mettiamo le nostre tende.

Mercoledì 27 giugno 2012
13° tappa –Pendici della Falconara – San Lorenzo Bellizzi.
Lunghezza 13 Km. 8 ore . Dislivello 1005 m. in salita ;1643 m. in discesa .
Sorgenti:Sorgente della Lamia .Difficoltà EE.
Si sale alla vetta della Falconara 1656 m. ; con un percorso ad anello; si passa per la chiesetta di Sant’Anna si sale sulla Timpa di San Lorenzo 1652 m. ; si scende nel fiume Raganello per poi salire nel Paese di San Lorenzo Bellizzi CS dove facciamo il fine tappa.

Giovedì 28 giugno 2012
14° tappa –San Lorenzo Bellizzi – Santuario della Madonna delle Armi .
Lunghezza 12 Km. 7 ore e 50 minuti. Dislivello 1120 m. in salita ; 903 in discesa .Sorgenti : a inizio e alla fine .Difficoltà EE.
Lasciato il caratteristico Paese di San Lorenzo Bellizzi ; passimo per la Pietra di Sant’Angelo e dopo per l’Abisso del Bifurto per poi salire sul Monte Sellaro 1439 m. ; la nostra 35° vetta dopo scendiamo al Santuario della Madonna delle Armi ; dove passiamo la notte.

Venerdì 29 giugno 2012
15° tappa – Dal Santuario della Madonna delle Armi a Francavilla Marittima.
Lunghezza 14 Km . 6 ore .Dislivello 499 m. in salita ;1330 m. in discesa.
Sorgenti:Al Santuario , Cerchiara e Francavilla Marittima. Difficoltà EE.
Si parte dal Santuario della Madonna delle Armi per raggiungere il Paese di Cerchiara di Calabria si prosegue fino alla grotta delle Ninfe dove facciamo il bagno e il pranzo; proseguiamo per raggiungere Francavilla Marittima ;dove facciamo il fine tappa .

Sabato 30 giugno 2012
16° tappa – Da Francavilla Marittima alla spiaggia di Bagamojo – Sibari Comune di Cassano all’Jonio CS.
Lunghezza 21 Km. 6 ore e 10 minuti .Dislivello 13 m. in salita; 220 m. in discesa .Nessuna sorgente. Difficoltà EE.
Lasciato l’abitato di Francavilla ci dirigiamo verso il greto del fiume Raganello costeggiandolo ; arrivati sulla Statale 106 Jonica ; proseguiamo in direzione Sibari; per poi concludere questa grande avventura sulla spiaggia di Bagamojo “Marina di Sibari” Comune di Cassano Jonio.Mar Jonio CS.

Distanza Totale 280 Km.
Dislivello in salita 18509 m.
Dislivello in discesa 18518 m
Dislivello totale 37027 m