CalcioMercato Reggina: Foti e Giacchetta al discout Taranto, dalla Puglia con Dionigi arriva mezza squadra!

Sarà Davide Dionigi il prossimo allenatore della Reggina: non è ancora ufficiale, ma la scelta del Presidente Foti e del direttore sportivo Giacchetta sembra ormai definitiva, e i “rumors” su Atzori e Aglietti sembrano ormai “scaduti“. Ma Davide Dionigi non sarà l’unico elemento attualmente in forza al Taranto che sbarcherà in riva allo Stretto: nei prossimi giorni, infatti, le strade della SS 160 Jonica che collegano proprio Reggio Calabria a Taranto saranno affollati anche di diversi calciatori, visto l’imminente fallimento della società Jonica che molto probabilmente l’anno prossimo ripartirà dalla serie D. Grazie alle indiscrezioni pubblicate da Lorenzo Vitto su ReggioNelPallone, infatti, sembra ormai fatta per il portiere Bremec e per due difensori, Vito Di Bari e Christian Sosa. Quella di Dionigi a Taranto, lo scorso anno, è stata la miglior difesa in assoluto di tutto il calcio europeo, con soltanto 16 gol subiti nelle 34 gare di campionato, in gran parte merito proprio del 34enne portierone spagnolo, nato a Barcellona, alto 190cm. I tifosi tarantini l’hanno ammirato per tre stagioni consecutive (oltre 80 presenze) e giurano che è “uno dei migliori, o forse il migliore in assoluto, che abbiamo mai avuto. Sarà sempre nei nostri cuori“.
Ma qualcuno ironizza pure, dalla Città del Golfo: “l’anno prossimo tiferò Reggina“. “Ma come? Che dici?” gli risponde un altro. “Certo – continua lui – noi non ci saremo più e tutti i nostri giocatori andranno lì. Almeno tiferò per loro, io non scenderò mai in piazza a festeggiare lo scudetto di una grande del nord“.
Infatti secondo alcune voci di mercato la Reggina non si limiterà a portare da Taranto in riva allo Stretto, con Dionigi, gli svincolati Bremec, Di Bari e Sosa, ma starebbe puntando addirittura ai due gioielli Lucas Chiaretti e Daniele Sciaudone, gli unici giocatori cui il presidente D’Addario ha finalmente pagato, nei giorni scorsi, gli stipendi della stagione appena conclusosi, perchè valgono sul mercato e potrebbero limitare i danni della situazione societaria tarantina, consentendo a eventuali nuovi acquirenti di rilevarla e, possibilmente, mantenere la categoria (I^ Divisione di Lega Pro, appunto).
Chiaretti è un 24enne brasiliano alto 174cm che gioca come mezza punta, con grande estro e fantasia. E’ stato uno dei migliori giocatori in assoluto dell’ultima Lega Pro e fa gola a molte squadre di serie A, come la neo-promossa Sampdoria e l’Atalanta, che secondo alcuni “rumors” di mercato avrebbe già offerto al Taranto più di 3 milioni di euro per acquistarlo. Se così fosse davvero, per la Reggina sarebbe difficilissimo competere con una simile offerta, ma siamo sicuri che l’Atalanta vuole investire così tanto sul giocatore?
Daniele Sciaudone, invece, è un regista di centrocampo, ha 23 anni e si è messo in luce proprio quest’anno con il Taranto, dov’è cresciuto fin dalle giovanili. Dopo due stagioni al Foligno, dove ha maturato 65 presenze e 13 gol, quest’anno è tornato in rossoblù e ha vissuto una stagione davvero entusiasmante, con 29 presenze, tre reti e una guida totale della squadra, tanto da mettersi in luce come uno dei centrocampisti più promettenti della Lega Pro. Attaccatissimo alla piazza tarantina, aspetta anche lui una “chiamata” più in alto, in quella serie B che senza ombra di dubbio merita. E in serie B c’è la Reggina, che dopo l’addio di Nicolas Viola è a caccia proprio di un regista di qualità in mezzo al campo.
La pista Reggio-Taranto è calda, caldissima. E l’arrivo di Dionigi in riva allo Stretto è solo il primo di una lunga serie…