Aeroporto Catania: firmato contratto programma tra Enac e Sac

Firmato il contratto di programma tra l’Enac e la Sac, la societa’ che gestisce l’aeroporto di Catania. Lo rende noto l’Ente in un comunicato dopo la firma avvenuta questa mattina alla presenza del direttore generale Alessio Quaranta e il presidente della Sac, Gaetano Mancini. Si e’ in questo modo concluso l’iter procedurale del contratto, a suo tempo deliberato dal Cda dell’Ente, quindi inviato al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e al ministero dell’Economia e Finanze per le valutazioni di competenza, e infine valutato positivamente da parte del Cipe nell’aprile di quest’anno. Il contratto sviluppa, nel periodo regolatorio di 4 anni (2012 – 2015), una serie di investimenti infrastrutturali sullo scalo catanese di oltre 90 milioni di euro. Tra i lavori previsti vi sono quelli relativi alla riqualificazione della pista e dei piazzali, alla realizzazione delle strip laterali e di nuovi parcheggi, nonche’ ad interventi mirati a introdurre ulteriori innovazioni tecnologiche e di tutela ambientale. Il documento, che disciplina i vari aspetti del rapporto tra lo Stato e la societa’ che gestisce lo scalo, rappresenta lo strumento di regolazione tariffaria per l’utilizzo delle infrastrutture aeroportuali e permette il riscontro da parte dell’Enac dell’attuazione del piano di investimenti, del piano della qualita’ e della tutela ambientale che la societa’ di gestione si impegna a realizzare durante i quattro anni del periodo contrattuale. Il contratto di programma e il nuovo piano tariffario definito con il documento stipulato oggi, entreranno in vigore, secondo i termini di legge, dopo venti giorni dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del relativo Decreto.