A3 Salerno-Reggio Calabria, viceministro Ciaccia: “a luglio inaugureremo alcuni tratti, i lavori procedono rapidi”

Risorse virtuali? Altro che. Con quello che e’ previsto dal decreto, la cifra degli 80 miliardi di investimenti per la crescita e’ quanto meno realistica”. Lo dice in un’intervista al Mattino il viceministro con delega alle Infrastrutture Mario Ciaccia che a proposito della Salerno-Reggio Calabria assicura: ”troveremo i tre miliardi che ancora servono per completare i 13 cantieri aperti e iniziare la progettazione per quelli che porteranno all’ultimazione dell’opera”. ”Non possiamo non trovarli: con la Ragioneria – prosegue – dello Stato il tavolo e’ aperto. Il pubblico fara’ la sua parte, il resto lo si potrebbe definire nell’ambito di un accordo con il futuro gestore che non abbiamo ancora individuato. A luglio, intanto, inaugureremo diversi km di tratti gia’ pronti. Ci saranno poche strozzature per gli automobilisti ma rispetteremo l’impegno che il ministro ha fissato”. Per opere pubbliche e infrastrutture, sottolinea Ciaccia, ”bisogna smettere di pensare” che ”l’unico capitale da utilizzare dev’essere quello pubblico”. ”E allora ecco l’incentivo al partenariato pubblico-privato – aggiunge – Finora non c’erano le condizioni per incentivare il capitale di rischio”. ”A gennaio il governo e il Parlamento hanno dato una prima svolta: oggi e’ gia’ obbligatorio il cronoprogramma dell’opera – ricorda il viceministro -, l’approvazione della delibera Cipe da parte della Corte dei conti e’ scesa da 14 mesi a 60 giorni, per le infrastrutture superiori al miliardo e’ prevista una concessione di 50 anni. Con il Dl sviluppo queste condizioni sono state ulteriormente rafforzate”.