2 giugno: a Palermo un minuto di silenzio per le vittime del terremoto

E’ stata celebrata con uno sguardo rivolto verso l’Emilia Romagna e le vittime del terremoto la Festa della Repubblica a Palermo. Durante la tradizionale cerimonia del 66esimo anniversario della costituzione della Repubblica, in piazza Vittorio Veneto davanti al monumenti ai Caduti, e’ stato osservato un minuto di silenzio per ricordare le vittime del sisma. Alla presenza del generale di divisione Corrado Dalzini, comandante della regione militare Sud, e di altre autorita’ civili e militari, si e’ celebrata la Festa della Repubblica con la cerimonia dell’alzabandiera e a seguire e’ stata deposta una corona di alloro in omaggio ai Caduti. Gli onori militari sono stati resi dalla Fanfara del 12esimo Battaglione Carabinieri ‘Sicilia’e da un plotone di formazione composto da una rappresentanza di tutte le Forze Armate e Corpi armati dello Stato. Presenti il Prefetto di Palermo, Umberto Postiglione, il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, il Presidente della Provincia Giovanni Avanti, i vertici di Guardia di Finanza, Carabinieri e Polizia, Vigili del fuoco, oltre al medagliere dell’Istituto del Nastro Azzurro e le associazioni ambattentistiche e d’Arma che perpetuano le tradizioni delle Forze Armate e contribuiscono alla promozione dei valori che le caretterizzano. Dopo la cerimonia e’ previsto un servizio di guardia d’onore al monumento dei Caduto che si concludera’ alle 17 con la cerimonia di ammainabandiera. Adesso e’ in corso a Palazzo Scalafni, una delle sedi del Comando regione militare Sud, la consegna delle onoreficenze al merito della Repubblica che viene eseguita dal Prefetto Umbero Postiglione.