fbpx

I positivi dati macro spingono al rialzo Wall Street

In una giornata caratterizzata dalla festività del primo maggio soltanto New York è rimasta aperta, registrando ancora una volta l’ennesimo rialzo. A spingere in positivo i listini americani ieri sono stati gli ottimi dati macroeconomici pubblicati, soprattutto l’ISM manifatturiero cresciuto ben oltre le attese degli analisti che prevedevano viceversa un ribasso a 53 punti rispetto alla precedente rilevazione; notizia che ha generato immediatamente una corsa agli acquisti riportando i future americani molto prossimi ai massimi annuali registrati qualche settimana fa. A fine giornata il migliore indice è stato lo S&P500 in crescita dello 0.57%, a seguire troviamo il Dow Jones (+0.50%) ed infine l’indice tecnologico con minor forza relativa che guadagna solamente lo 0.13% rispetto alla vigilia.

Tra le big ieri ottimi rialzi per Alcoa e Bank of America che crescono entrambi del 2.47% ed Intel (+1.94%), ovvero i tre titoli più importanti rispettivamente del settore industriale, bancario e tecnologico; un chiaro segnale per gli investitori.

Sul fronte valutario da segnalare la forte perdita di forza relativa da parte del dollaro australiano rispetto a tutte le principali valute in seguito al taglio dei tassi di interesse, deciso durante la nottata europea, portati al 3.75% rispetto al precedente 4%.

Dal punto di vista macroeconomico molti i dati macroeconomici previsti in agenda che potrano sicuramente influenzare l’andamento della seduta odierna: durante la mattinata saranno pubblicati vari dati riguardanti il mercato del lavoro tra cui il tasso di disoccupazione italiano (previsto stabile al 9.3%) mentre quello europeo è stato rivisto in crescita al 10.9%. Sempre alle ore 10.00 verrà comunicato il dato finale del PMI manifatturiero, previsto stabile a 46 punti. Successivamente l’attenzione sarà da riporre ai dati in pubblicazione d’oltreoceano: alle 14.15 verrà annunciato il dato relativo all’ADP americano, previsto in diminuzione a 178K e successivamente alle ore 16.00 sarà la volta degli ordinativi industriali m/m, anch’essi previsti in decisa diminuzione a -1.5%. Alle ore 16.30, come ogni mercoledì, verranno pubblicate le scorte di petrolio, previste in diminuzione a 2.3M. L’attenzione degli investitori sarà rivolta anche alle varie trimestrali in pubblicazione nella giornata odierna: si tratta di Pfizer (EPS 0.56), Time Warner (EPS 0.64) e a mercati chiusi toccherà a Visa (EPS 1.5).

A Piazza Affari da monitorare con attenzione sarà Ansaldo dove verranno comunicati i conti del primo trimestre e Fiat auto in vista dell’annuncio dei dati sulle immatricolazioni di auto in Italia ad Aprile.

Marco Dall’Ava

www.xtb.it