fbpx

Borsa & Finanza: rialzo per le Borse Europee dopo la ventata di cambiamento

Dopo il vento di cambiamento, forte rialzo per le borse europee. Dopo la chiusura negativa di venerdì, termina in positivo la seduta di ieri. Gli indici festeggiano Hollande, Milano la migliore, chiude a (+2.56%), Parigi (+1.65%), Francoforte (+0.12%) tra le principali borse europee Londra è rimasta chiusa per festività. Milano spianta dai bancari, Banca Popolare di Milano che chiude registrando un (+2.61%), Montepaschi (+6.33%), Unicredit (5.63%), bene anche A2A che registra un (+9.08%) dopo che la società ha dato il via libero al prezzo dell’opa su Edison da parte della francese Edf, Diasorin (+7.41%) a far chiudere in positivo il titolo è l’acquisizione annunciata dalla società venerdì scorso del business di diagnostica molecolare di Nordiag, società quotata sul mercato azionario norvegese, per l’estrazione di DNA/RNA da materiali biologici e per il loro campionamento per le successive fasi di analisi di diagnostica molecolare. Bene anche Buzzi (+6.39%). Male invece Azimut che chiude a (-1.75%) e Tenaris che registra un (-0.29%). Il differenziale Btp-Bund della Germania si attesta a 376 punti base.

Oltre oceano, dopo un’apertura in calo per Wall Street apre Dopo le elezioni in Francia e in Grecia, pesanti  rimangono i timori per una possibile crisi della zona euro, preoccupa il fatto che ad Atene siano stati penalizzati i partiti favorevoli agli aiuti di Bce e Fondo monetario internazionale. In questo scenario, il Dow Jones chiude a (-0.23%), il Nasdaq (+0.05%) e lo S&P 500 (+0.04%).

Si riprendono le borse asiatiche, dopo essere state colpite dai timori generati dalle elezioni in Francia e in Grecia, che avevano confermato il crescente no della popolazione a nuove misure di austerità, necessarie per poter portare l’Europa in una condizione di stabilità e miglioramento delle finanze pubbliche. Non è tanto la Francia, notizia già scontata dai mercati, a far paura è la situazione Grecia, anche se dopo la notizia secondo cui la Spagna utilizzerà fondi pubblici per aiutare le banche, il sentiment tende a migliorare.

Dal punto di vista macroeconomico nessun dato di rilievo verrà pubblicato da Wall Street e nemmeno sul fronte europa. Alle 11.30 uscirà l’Annual Budget Release australiano.

Francesca Roveda

www.xtb.it